28/09/2013
16:30

L'Europa non perde il suo appeal, Italia seconda tra i Paesi più visitati

L'Italia non perde il suo appeal tra i turisti europei e mantiene la medaglia d'argento tra le mete più visitate dai viaggiatori del Vecchio Continente, tallonando da vicino la Spagna.

Pubblicità

A sostenerlo la Commissione Ue, che ha diffuso i dati relativi ai flussi turistici nel continente durante il primo semestre 2013. A livello globale il turismo nell'area ha registrato un incremento del 5 per cento nel periodo e la triade in vetta al ranking dei Paesi visitati vede, appunto, al primo posto la Spagna, seguita dall'Italia e dalla Francia.

Ma il dato più interessante è l'avanzata delle destinazioni dell'Europa centrale e orientale, che hanno registrato un incremento di arrivi di 9 punti percentuali rispetto al primo semestre del 2012. In forte accelerazione soprattutto l'area baltica, seguita da quella meridionale e dai Paesi mediterranei che, nonostante la crisi, hanno riportato una progressione del 6 per cento.

''Sono cifre positive - dichiara il commissario Ue all'industria responsabile per il turismo Antonio Tajani -, specialmente perché arrivano in un momento in cui la maggior parte dei Paesi Ue fa fronte a un alto tasso di disoccupazione e a difficoltà economiche''.

La tendenza positiva viene anche confermata dai dati aerei, da cui emerge che i viaggi lungo le rotte europee sono cresciuti a un tasso leggermente maggiore nel 2013 rispetto al 2012, con 2 milioni di passeggeri stranieri atterrati all'aeroporto di Atene o ancora 500mila a Malta.

Tajani accoglie con favore l'iniziativa di Bruxelles di semplificazione del rilascio dei visti prevista per fine anno per attirare più turisti provenienti dalle economie emergenti: ''È un buon esempio di iniziativa congiunta finalizzata ad eliminare le barriere politiche e amministrative per stimolare la crescita economica'' commenta.

Commenti di Facebook