04/11/2013
10:57

Start up
in prima linea
Promesse
del turismo

di Giulia Cimpanelli
TTG Next TTG Incontri 2013
Leggi anche: TTG Incontri, Startup, TTG Next

Sono le nuove promesse del turismo italiano e non solo. Il settore delle start up (fenomeno che sta coinvolgendo tutti i principali settori merceologici) porta una ventata di freschezza anche nel mondo dei viaggi.

Dai nuovi social network dedicati ai globe trotter fino ai servizi dedicati alle agenzie e alle app per gli albergatori: la tecnologia si mette al servizio dei principali settori merceologici. La prima edizione di TTG Next, l'evento dedicato proprio alle start up all'interno di TTG Incontri, ha fatto il punto della situazione sulla galassia delle nuove aziende che uniscono informatica e turismo. E che potrebbero essere i protagonisti del mercato di domani.

Pubblicità

Servizi alle agenzie
Nella giungla delle nuove imprese tecnologiche, non sono poche quelle che si rivolgono espressamente alla distribuzione turistica. Globe Inside mette in contatto l'agente di viaggio con centinaia di operatori e agenzie incoming in tutto il mondo a fronte di una fee annuale di 150 euro. Tripblend è un social network interamente dedicato ai viaggi con tre livelli di utenza: viaggiatori, giornalisti di viaggio e agenzie di viaggio e attività di interesse turistico quali hotel, ristoranti, bed&breakfast, agriturismi, campeggi, ecc.

Per gli albergatori
Tante le start up che offrono la possibilità di aumentare il giro d'affari o garantiscono servizi agli albergatori. AboutMyHotel è un software che permette agli albergatori di monitorare la reputazione web delle proprie strutture, avendo a disposizione uno screening completo del proprio albergo con tutte le opinioni, recensioni, votazioni, immagini e video presenti in rete. Daybreakhotels ha già 500 hotel affiliati e permette all'utente finale o all'agente di viaggio di pronotare una stanza di hotel per uso diurno, dalle 10 alle 18.

Di stampo immobiliaristico è invece Hotel Seeker Srl, creatrice dell'unico marketplace specializzato nelle compravendite, nelle locazioni e negli investimenti alberghieri, ricettivi e turistici.

Hotelbid e Gulliver danno la possibilità all'utente di proporre un prezzo alla struttura ricettiva e contrattarlo.

Facile Room Solution permette di gestire in tempo reale grazie a un software il processo di house keeping: pianifica le attività di camerieri e fattorini, la pulizia delle camere, gestisce le rimanenze in magazzino. Il costo del servizio varia a seconda del periodo in base all'affluenza.

Tecnologia in primo piano
Tante anche le realtà che offrono soluzioni volte all'implementazione delle tecnologie: prima fra tutte Map2App, la start up del presidente dell'Associazione Stefano Ceci: una piattaforma che consente di realizzare guide di viaggio personalizzate per dispositivi mobili Apple e Android e compatibili html5. Chiunque, con prezzi a partire da 299 dollari, può crearne una e venderla online. Tra i principali clienti ci sono agenzie e operatori.

Valorizzazione, social e booking
La valorizzazione del Belpaese al centro delle ambizioni delle start up con esempi come Typick, portale dedicato alla vendita di prodotti tipici e caratteristici di tutta Italia, con acquisto e ritiro direttamente in hotel; Lookals.com, marketplace per il turismo in Italia che si concentra su tour guidati delle località che si basa sul modello di business di AirB&B. FindYourItaly è un servizio di prenotazione online di vacanze su misura, per valorizzare all'estero l'Italia meno nota attraverso il contatto con le persone sul territorio.

Molto variegato anche il mercato dei nuovi social network dedicati al viaggio che offrono anche pacchetti turistici: è il caso di Pinktrotter, dedicato alle giovani donne glamour che vogliono viaggiare insieme, e di Freeppie, con il quale si baratta la condivisione delle proprie esperienze di viaggio, immagini e racconti con scoutistica nel settore travel.

Diverse sono anche le applicazioni del settore booking, interessanti anche per gli agenti e con team pronti a collaborare con gli operatori di settore. Nel gruppo spiccano Wanderio, che si occupa di ogni tappa dell'itinerario di viaggio, dalla porta di casa fino alla destinazione finale e Searcharter, che mette in vendita le vacancies a bordo dei charter comprandole agli operatori o alle stesse compagnie.

Agevolazioni fiscali
Momento più istituzionale della prima edizione di TTG Next la presentazione
dell'Associazione start up e turismo che conta già 23 soci e ha come
missione quella di favorire l'incontro tra start up e innovazione per la
crescita del turismo in Italia. Il neopresidente Stefano Ceci e Federico
Barilli, segretario generale di Italia Startup, hanno lanciato un appello al
Governo per promuovere il 'Tax credit' per il turismo digitale, un programma
di agevolazioni fiscali destinate alle imprese del turismo che investono
nel digitale.

Leggi anche: TTG Incontri, Startup, TTG Next

Commenti di Facebook