13/11/2013
10:50

Battifora, Hotelplan:
"Adesso si riparte"

Leggi anche: luca battifora, hotelpan

"Abbiamo mantenuto il budget di pareggio di bilancio per il 2014". Luca Battifora, ceo di Hotelplan Italia, traccia le previsioni per quello che sarà l’andamento finanziario del t.o. dal palco della convention svoltasi nei giorni scorsi a Baveno, che ha chiamato a raccolta 250 agenzie di viaggi.

Pubblicità

Battifora non nasconde che il 2012/2013 si chiuderà in rosso: "Faremo la presentazione della bozza di chiusura di bilancio tra un mese, sarà negativo, a causa del periodo tra novembre e fine maggio scorso, e aggravato poi dalla situazione in Egitto di quest'estate".

Ma le basi per lasciarsi alle spalle il periodo difficile ci sono tutte: "I primi dati sull'inverno sono positivi - conferma il manager -. La domanda del mercato nella fascia premium sta andando molto bene e stiamo lavorando con volumi ancora pari a quelli dell'anno scorso, ma con media di pratiche più alto".

Anche alla luce di questo scenario Hotelplan sceglie di entrare nel vivo del nuovo corso, dando una sforbiciata decisa ai rami secchi del canale agenziale.

Del resto, Luca Battifora lo aveva annunciato. Al momento di prendere la cloche di Hotelplan Italia, a fine gennaio scorso, aveva promesso una riorganizzazione dell’azienda.

E a circa 9 mesi di distanza, con l’estate alle spalle e lo sguardo rivolto al futuro, apre il nuovo corso del tour operator nel nome della razionalizzazione.

‘Less is more’ è infatti il motto che accompagnerà d’ora in avanti Hotelplan.

Razionalizzazione delle risorse, ottimizzando prodotto e servizi; snellimento delle procedure e rafforzamento dei rapporti con  le agenzie di viaggi partner secondo un unico principio: la meritocrazia. "Hotelplan - spiega - potrà assicurare il suo supporto al 20 per cento delle agenzie di viaggi in Italia".

Le cifre del resto parlano chiaro e non lasciano molto spazio alle interpretazioni: "Duemila agenzie equivalgono al 92 per cento del fatturato, 500 agenzie il 65 per cento - aggiunge Roberto Franchi, direttore commerciale -. Selezioniamo per garantire qualità. A noi ne bastano poche per dare dall'altra parte più qualità in termini di servizio a 360 gradi".

La mailing list del gruppo si ridurrà, con il nuovo anno commerciale appena iniziato, da 5.442 a 2.500 indirizzi. Da questo nucleo, alcune adv verranno identificate come Hotelplan o Turisanda dealer, e con loro sarà realizzata una collaborazione ancora più stretta. Non è chiaro quante saranno le adv scelte, ma il management ipotizza una percentuale attorno al 30 per cento.

Anche dal punto di vista delle proposte, Hotelplan sfoltisce per rafforzare qualità e presidio su destinazioni vincenti. Battifora stesso parla di nuovi cataloghi "completamente stravolti", e conferma di credere nell'Egitto, come destinazione mare e non solo.

Sull'Egitto, in particolare su Sharm, Barbara Paganoni, development & contract manager, ha annunciato una new entry in esclusiva per il mercato italiano, il Reef Oasis Blue Bay and Spa. Nel frattempo si accresce l' impegno nell'Oceano Indiano, Mauritius, Maldive e Usa, dove sarà rafforzata la presenza di assistenti Hotelplan su  Miami dalla primavera.

Sottoscritta la partnership con Beachcomber, definito "ottimo partner", arriveranno due strutture nell'Oceano indiano per ampliare l'offerta a Kihaad e Gangehi. Novità e ottimizzazione anche per quanto riguarda la tecnologia, che avrà un ruolo sempre più funzionale, interattivo e social.

Il nuovo portale b2b per agenzie ospiterà al suo interno molto prodotto, aggiornamento prezzi ogni due ore, informazioni e link diretto a Tripadvisor, "perchè crediamo nella trasparenza, per noi è il termometro della qualità con la quale lavoriamo" sottolinea Paganoni.

Alessandra Favaro

Leggi anche: luca battifora, hotelpan

Commenti di Facebook