Il libretto contratto, l'idea di Bluvacanze

21/01/2019
10:47
La rete sfrutta le nuove norme per offrire uno strumento di fidelizzazione
Vedi Speciale Network; Vedi tutti i dossier di Altri dossier; Vedi tutti i dossier
 

Nuove normative sì, ma anche metodi innovativi per comunicare con i clienti: il Gruppo Bluvacanze ha scelto di cavalcare la Direttiva pacchetti trasformandola in un’opportunità di marketing.

La rete di vendite lancia, infatti, per le agenzie Bluvacanze e Vivere&Viaggiare, il nuovo libretto contratto, da consegnare ai clienti per ogni pratica finalizzata nel punto vendita. L’obiettivo, spiega Claudio Busca (nella foto), direzione generale leisure del Gruppo, “è semplificare. La nuova Direttiva europea entrata in vigore lo scorso luglio ha delineato con maggior precisione la definizione di pacchetto turistico: per facilitare il recepimento della legislazione, abbiamo messo in campo diverse soluzioni volte ad agevolare e digitalizzare il lavoro dell’adv, evitando così di dover stampare un’eccessiva quantità di documentazione legata sia alla direttiva pacchetti sia al Gdpr”.

La brochure
Il libretto, già in distribuzione in questi giorni, racchiude in 16 pagine le condizioni generali di vendita intermediata per i pacchetti turistici, fornendo al contempo anche una serie di informazioni importanti per il viaggiatore e il nuovo regolamento Gdpr per la privacy.
In questo modo, “i clienti possono trovare all’interno di un unico documento tutte le informazioni pratiche relative alle proprie vacanze”.

I vantaggi per le agenzie sono anche relativi al risparmio di tempo: “Con la produzione di questo vademecum, disponibile anche nella versione pdf, e l’adeguamento dei contratti nel sistema unico gestionale del gruppo, gli agenti potranno concentrarsi esclusivamente sul capire e comprendere le necessità del cliente”.

La piattaforma
Nell’ottica di creare nuove opportunità di vendita, la rete ha lanciato da poco anche la nuova piattaforma multimediale Gocce di Viaggio, dedicata alle liste evento.
Il progetto, che lo stesso Busca definisce “rivoluzionario”, si inserisce nell’obiettivo di trasformare, nel giro dei prossimi tre anni, l’infrastruttura software dedicata ad associati e affiliati.

“Gocce di Viaggio - spiega - è stato completamente sviluppato in house e interamente incentrato sulle esigenze delle agenzie di viaggi. Sappiamo quanto sia complicata la gestione relativa ai pagamenti in questo genere di pratiche e siamo sicuri che Gocce di Viaggio andrà a semplificare il lavoro delle adv con un sistema completamente integrato nella esclusiva piattaforma Ada e al gestionale del gruppo”.

Vedi Speciale Network; Vedi tutti i dossier di Altri dossier; Vedi tutti i dossier

Commenti di Facebook