Volano gli investimenti in hotel

07/12/2015
16:01
Vedi Emirati Arabi; Vedi tutti i dossier di Corto e medio raggio; Vedi tutti i dossier
Leggi anche: Emirati Arabi

E poi ci sono loro, che continuano a cresce. Anno su anno, l’incremento di visitatori negli Emirati Arabi fa impallidire, in termini percentuali, tutte le altre destinazioni.

Dubai ha fatto segnare 8,2 milioni di presenze internazionali da gennaio ad agosto, con un incremento del 9,3 per cento di visitatori, mentre Abu Dhabi, con 1,98 milioni di turisti fa segnare un +17 per cento nel primo semestre, con un +28 per cento della sola componente italiana.
Per accogliere la massa di turisti che continuano a scegliere le destinazioni, volano anche gli investimenti alberghieri.  

Secondo quanto riferito dal nuovo report Jllh, le nuove camere alberghiere ad Abu Dhabi arriveranno a quota 5.200 entro il 2017; di queste, ben 2.300 saranno immesse nel mercato già entro la fine di quest’anno. Una delle new entry dell’ultimo scorcio di quest’anno sarà il Bab Al Qasr Hotel, vicino al palazzo presidenziale, una struttura di lusso con 677 camere e una spiaggia privata.

“Più del 70 per cento dell’offerta alberghiera - spiega Chiheb Ben Mahmoud, executive vice president, head of hotels & hospitality group Medioriente e Africa di Jllh - è appannaggio dei 4 e 5 stelle. Un’offerta trainata da una tipologia di domanda che vede prevalere il segmento corporate internazionale e gli incentive sulla domanda domestica e regionale”.  Entro il 2017 il numero totale delle camere alberghiere ad Abu Dhabi sarà di 26mila rispetto alle 20.700 di oggi.

Non è da meno Dubai: entro il 2018 saranno 28mila le nuove camere d’albergo nell’Emirato. La città più popolosa degli Eau,  grazie anche all’impulso dell’Expo 2020, si prepara a ospitare 20 milioni di visitatori e i grandi gruppi alberghieri internazionali stanno investendo nella ricettività d'alta gamma. Primo fra tutti Starwood Hotels and Resorts, che nei prossimi cinque anni ha in programma il raddoppio del proprio portfolio in Medioriente, incluso il lancio dei brand W Hotel e St. Regis, previsto per la fine di quest’anno. Accanto al The Westin, altri tre hotel saranno edificati nel nuovo complesso di Al Habtoor City, descritto dagli sviluppatori come “il più grande progetto residenziale del mondo attualmente in costruzione”.

Entro il 2017 apriranno a Dubai anche due strutture di lusso di Jumeirah Group, una delle quali - il Venu Bluewaters Island Hotel - sarà la prima sotto il brand lifestyle Venu. Infine tra i grandi gruppi c’è Accor, che vanta i migliori alberghi green dell’emirato.

Vedi Emirati Arabi; Vedi tutti i dossier di Corto e medio raggio; Vedi tutti i dossier Leggi anche: Emirati Arabi

Commenti di Facebook