La ricchezza delle agenzie

10/02/2012
16:42
Il paese sta crescendo sia dal punto di vista dei servizi sia sul ricettivo e offre alla distribuzione italiana la possibilità di realizzare buoni margini
Vedi India; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier
 

In bilico fra passato e futuro, non perde un grammo del suo fascino sui mercati internazionali. L’India continua a correre: lo dicono i numeri ufficiali e lo dicono anche, in modo ufficioso ma concreto, le pratiche che i dettagliati continuano a chiudere, mese dopo mese, e che sono in crescita come numeri e come margini.

I numeri di chiusura del 2011 mostrano una progressione di arrivi internazionali dell’8,9 per cento, a 6,2 milioni di turisti, e l’aumento è progressivo: nel 2009 gli arrivi sono stati 5,1 milioni, nel 2010 5,7 e nell’ultimo anno hanno superato i sei milioni. Accanto all’aumento degli arrivi internazionali, il Paese registra anche una crescita delle entrate monetarie straniere, che corrono più velocemente rispetto al numero di turisti.

Nel 2011 la crescita della revenue rispetto all’anno precedente è stata del 16,7 per cento, con 16,5 milioni di dollari di entrate. Anche in questo caso, l’aumento progressivo parte dal 2009, con 11,3 milioni di entrate, a cui è seguito un 2010 di grande crescita, con 14,1 milioni e un incremento del 24,6 per cento sull’anno precedente.

Anche senza analizzare i dati ufficiali, le agenzie di viaggi confermano perfettamente il trend. La meta è molto gettonata sia per viaggi di gruppo sia per individuali e le richieste sono in netto aumento. A suo favore, secondo i dettaglianti, soprattutto i prezzi. Il Paese, grazie a uno sviluppo turistico particolarmente intenso, si è dotato di un ricettivo di livello che mantiene prezzi accessibili anche per le tasche degli italiani e il costo pratica di un tour nelle zone classiche corrisponde a un soggiorno mare in un villaggio turistico in un’altra destinazione.

Diventa, quindi, facile orientare il cliente verso la scelta dell’India, se è in cerca di una vacanza culturale: il costo competitivo e il fascino indiscusso del Paese giocano a suo favore. A questo si aggiunge una notevole predisposizione delle agenzie nei confronti della destinazione.

I buoni voli diretti e l’organizzazione turistica avanzata dell’India, aggiunta all’eccellente rete di collegamenti interna del Paese, permettono ai dettaglianti di organizzare, spesso in proprio, i tour, confezionandoli su misura per i clienti e soprattutto aumentando i margini per l’agenzia.

Vedi India; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier

Commenti di Facebook