Rigenerarsi vista mare

30/01/2018
13:44
Virano sul lusso le scelte di investimento nell'area
Vedi Caraibi; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier
Leggi anche: caraibi

I Caraibi vogliono riprendersi la loro leadership e, dopo un 2017 chiuso con dati comunque positivi malgrado i due cicloni Irma e Maria, che si sono abbattuti sull’area nel mese di settembre scorso, puntano quest’anno a una vera e propria rigenerazione, che confermi tutto il loro appeal sul mercato del turismo.

Ed è proprio ‘Rigenerazione’ il tema del 2018 lanciato dalla Caribbean Tourism Organization sia in termini di ripartenza per le destinazioni colpite, sia in termini di promozione sul cliente finale: l’obiettivo, infatti, è quello di valorizzare l’offerta wellness dei resort e delle isole, proponendosi come luogo ideale per combattere la sindrome da burnout. In questo senso, i Caraibi sposano appieno le tendenze individuate dagli ultimi studi sulle nuove esigenze dei turisti, evidenziando la loro capacità di restituire equilibrio durante la vacanza.

Ora la sfida è quella di rafforzare nell’immaginario collettivo il volto up level della destinazione, puntando principalmente sul target lusso. Questa la scelta, ad esempio, della Repubblica Domincana, che ha lanciato un progetto dedicato al luxury già avviato con le agenzie di viaggi di Lombardia e Veneto e che presto estenderà anche ai dettaglianti di Roma. L’obiettivo è approfondire le tipologie di offerta adatta ai big spender.

Anche dal punto di vista del ricettivo l’up level sta guardando con sempre maggiore attenzione alle isole dei Caraibi e si moltiplicano le nuove aperture sia per i grandi brand, sia per strutture di più piccole dimensioni, ma che assicurano un trattamento e una serie di servizi di alto livello, diversificando l’offerta e permettendo ai clienti di scegliere fra più tipologie di ricettivo.

Intanto, nel 2018, dicono le previsioni Clia, andranno in crociera circa 27,2 milioni di persone nel mondo. Le nuove navi che solcheranno mari e oceani saranno 27 e la destinazione di punta saranno i Caraibi. Nel 2017, infatti, l’area deteneva oltre il 35 per cento di share del mercato globale (il Mediterraneo, che è in seconda posizione, arriva solo al 16 per cento dello share totale). Il supporto del traffico crocieristico nella sfida del 2017 è stato, in effetti, determinante: il mercato dei viaggi via mare fra le isole dei Caraibi ha avuto una progressione senza precedenti, che ne fa una delle colonne portanti per gli arrivi nell’area.

Vedi Caraibi; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier Leggi anche: caraibi

Commenti di Facebook