Una meta che non tradisce

di Aurora Azzolini
28/02/2011
10:31
Vedi Maldive e Sri Lanka; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier
 

Le Maldive tengono: in uno scenario turistico messo a dura prova dalla crisi economica e dai recenti avvenimenti politici in destinazioni top come Egitto e Tunisia, le Maldive si confermano un prodotto di punta in agenzia. "Abbiamo clienti in partenza ora per prenotazioni fatte prima di Natale - dice Claudia Portalupi, titolare della Voli Blu Viaggi di Magenta, nel milanese -. Le vendite sono stabili, anche perché abbiamo uno zoccolo duro di clientela di fascia abbastanza alta che torna tutti gli anni".

I suggerimenti

Un prodotto, quello maldiviano, che ha le sue fondamenta nel ruolo dell'agente di viaggi, il cui consiglio nell'orientare la clientela rimane fondamentale. Come spiega Sabrina Picconi, titolare della Tropical Spirit di Varazze, in provincia di Savona, "prima di prenotare occorre capire se il cliente chiede proprio le Maldive, perché intenzionato ad andare lì, oppure se sta cercando una vacanza mare: fatto questo, bisogna decidere in che tipo di struttura mandarlo, perché ne esistono diversi, con servizi che cambiano".

Animazione sì oppure no, scelta dell'atollo, vicinanza al reef e tipologia di strutture: le Maldive sono facili da vendere solo in apparenza, perché a uno sguardo più approfondito si rivelano una destinazione complicata da spiegare. "È un prodotto molto particolare, che va venduto a persone particolari - è il commento del titolare della padovana Challenger Viaggi, Mirko Zanon -. Noi vendiamo sia villaggi che resort, due tipi di vacanza completamente diversi, sia per i prezzi che per i servizi offerti e non è facile farlo capire al cliente che magari non ci è mai stato".

Budget e last minute

A tutto questo, si aggiunge la tendenza generale a prenotare sotto data, nella speranza di incappare in un last minute che permetta di partire con un budget più leggero: "Sulle Maldive molti clienti ci chiedono come prima cosa quali offerte ci sono, in modo da sfruttare i prezzi più bassi - concorda Romina Sensoli, direttore tecnico dell'agenzia Sentieri del Mondo di Genova -. Alcuni si aspettano prezzi a livello di Cuba o Repubblica Dominicana, una cosa impossibile per un buon prodotto nel Paese". Ad andare per la maggiore, concordano gli agenti di viaggi, è la settimana di puro relax, possibilmente senza troppa animazione. "In generale i clienti che scelgono le Maldive cercano soprattutto una destinazione dove passare una settimana lontano da tutto e da tutti - dice il titolare della milanese Mmx Travel, Massimo Grassi - all'insegna della tranquillità: ecco perché si fanno pochi combinati".

Famiglie in aumento

Aumenta il numero di famiglie con bambini che scelgono le Maldive come destinazione per le loro vacanze. Ma di pari passo con una maggiore attenzione per questa categoria di clienti da parte degli hotel "aumentano anche le richieste di chi vuole andare in strutture che non ammettono i bambini" rivela Cinzia Chan, titolare della Capoblanco di Bologna.

Il relax

Nessuna escursione, animazione ridotta al minimo e scarso interesse per le spa: il cliente che sceglie Maldive vuole passare una settimana di puro mare con solo relax.


L'arcipelago oltre i viaggi di nozze

Cambia il target di clientela sulle Maldive: se un tempo era la destinazione da sogno da permettersi solo grazie al budget elevato del viaggio di nozze, ormai il mercato si divide tra affezionati repeater e clienti che si concedono questo lusso indipendentemente dall'occasione della vita. "C'è sempre chi chiede le Maldive per il viaggio di nozze. La tendenza generale tra gli sposi, però, è quella di cercare una destinazione possibilmente itinerante - è la spiegazione di Romina Sensoli, direttore tecnico della genovese Sentieri del Mondo - dove rimanere per dieci o quindici giorni abbinando i tour al relax". Anche perché, dice Massimo Grassi, cotitolare della milanese Mmx Travel, "ormai le Maldive sono una destinazione dove si può andare sempre".

È dello stesso parere Francesca Goretti, addetta alle vendite della Chewing Gum Tour di Lariano, in provincia di Roma, secondo cui "aumenta il numero di chi sceglie le Maldive in occasione dell'anniversario di matrimonio o perché è una meta che prima o poi nella vita si vuole vedere, ma i viaggi di nozze sono in calo anche perché più soggetti alle mode del momento". A pesare sulla scelta della meta per il viaggio di nozze, oltre alla durata dello stesso, sono anche le condizioni climatiche della destinazione: "In Italia ci si sposa soprattutto in primavera o estate, quando alle Maldive il clima non è ideale visto che il periodo perfetto per andarci è il nostro inverno", conclude la titolare della Tropical Spirit di Varazze, nel savonese, Sabrina Picconi.

Combinati con Dubai

Dubai è la nuova meta da vendere in abbinamento alle Maldive. Quasi abbandonato il combinato con lo Sri Lanka, che non attrae più i turisti italiani, emerge la possibilità dello stop over nell'emirato. Se, infatti, chi entra in agenzia per la Maldive solitamente non cerca combinati, l'opzione del volo di linea con scalo nella città emiratina a cui abbinare uno stopover di un paio di notti ha iniziato a riscuotere un discreto successo tra la clientela, curiosa di vedere di persona il lusso di Dubai.

Pubblicato il 28/02/2011

Vedi Maldive e Sri Lanka; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier

Commenti di Facebook