Appassionati del paradiso

24/02/2012
18:58
L’arcipelago delle Maldive, forte anche di un elevato numero di repeater,
punta in maniera sempre più marcata sull’esclusività di offerta e clientela
Vedi Maldive e Sri Lanka; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier
Leggi anche: Maldive

Sono i repeater la spina dorsale della clientela italiana alle Maldive. L’esperienza di una vacanza sugli atolli intorno a Malè, secondo gli agenti di viaggi, sembra creare una sorta di ‘dipendenza’ positiva: così i clienti che hanno provato una volta il lusso di un resort immerso nella natura e lontano dal mondo desiderano ritornarci più volte.

Relativamente pochi, invece, quasi a sorpresa, i viaggi di nozze: gli sposi italiani hanno cominciato a pensare alla loro luna di miele come a un momento in cui abbinare al relax anche un itinerario culturale.
Maldive, invece, sono e vogliono restare sinonimo di totale distensione. Così tanto da aver imposto una sorta di ‘selezione all’ingresso’: sono pochissime le strutture che ospitano anche i bambini e gli sconti sul target famiglie sono ormai ridotti all’osso. La destinazione si sta quindi orientando sempre di più verso l’idea di un paradiso per le coppie senza figli, che desiderano staccare dal mondo per qualche giorno concedendosi il lusso di essere circondate dal silenzio e da pochi altri fortunati.

L’altra tendenza che sottolineano le agenzie, infatti, riguarda i prezzi: si mantengono alti e crescono di anno in anno. I dettaglianti non hanno dubbi su questa tendenza: se da un lato, certo, tasse aeroportuali e balzelli locali contribuiscono all’aumento dei costi, dall’altro questa spinta verso l’alto non è del tutto giustificata se non con una strategia che punta dritta verso l’upper level. Insomma, anche in questo caso, la Repubblica degli atolli fa selezione e punta a preservare la sua bellezza incontaminata dal mercato di massa.

E i dati degli arrivi non danno torto a questa scelta. Malgrado il caro prezzi e la scelta di limitare il target famiglie, i primi 9 mesi del 2011 hanno visto una crescita a doppia cifra nei flussi internazionali, con un incremento del 17,7 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche le presenze aumentano, con un +12 per cento sui primi nove mesi del 2010. L’Europa rimane il primo mercato emissore, con un incremento generale del 6,4 per cento, e l’Italia si colloca al secondo posto fra i Paesi del Vecchio Continente, con uno share del 9,6 per cento, alle spalle del Regno Unito.

Vedi Maldive e Sri Lanka; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier Leggi anche: Maldive

Commenti di Facebook