Un mare di artisti

21/10/2019
15:05
Viaggio nell'isola attraverso le gallerie a coprire i talenti
Vedi Zanzibar Tanzania; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier
 

Una vacanza a Zanzibar può andare oltre le spiagge e il relax in riva al mare. Questa destinazione dell’Oceano Indiano riserva infatti delle sorprese particolarmente apprezzate dagli amanti dell’arte: nulla di ordinario, perchè il sapore dell’Africa più vera passa proprio da queste gallerie, che permettono agli appassionati di tutto il mondo di avvicinarsi al modo di intendere l’espressione figurativa di questo Continente.

Dr. Bulugu Gallery
Il mondo dei dipinti su tela caratterizzati da un mare intero di colori si trova tutto nell’atelier del Dr. Bulugu, che è una tappa obbligata.
Si trova a Stone Town, la parte vecchia della capitale di Zanzibar, ed è il luogo ideale per trovare un ricordo particolare da portare a casa per continuare a respirare il profumo del Continente.
L’artista racconta l’Africa dal suo punto di vista assolutamente unico e personale, uno stile di vita illustrato con creatività.

Hurumzi Henna Art Gallery
La storia di questa galleria d’arte è partita nel 2007 ed è una delle iniziative che sta cambiando la vita delle donne di Zanzibar.
Inaugurata come cooperativa per promuovere un nuovo stile artistico, oggi le lavoratrici della Hurumzi Henna Art Gallery trasformano i classici tatuaggi all’henné che decorano mani e piedi per rituali come il matrimonio, in quadri e stampe.
Una tradizione secolare resa moderna in un’ottica che valorizza la capacità artistica delle disegnatrici e rimanda con la memoria alle capacità materiali di un intero popolo.

The Beautiful Eyes
Uno sguardo sul continente nero attraverso la fotografia.
A Stone Town, va cercato questo piccolo atelier gestito da Hans, un signore europeo e Zakia, sua moglie, ovviamente della Tanzania. Attraverso i loro scatti si possono vivere scene quotidiane, incrociare sorrisi, immergersi in un mercato locale.
E se si desidera, accompagnati proprio dai due coniugi, ci si può cimentare con la propria macchina fotografica e catturare “the beautiful eyes of Zanzibar”. G. G.

Vedi Zanzibar Tanzania; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier

Commenti di Facebook