Viaggi
e disservizi aerei
L'appello
di agenti e t.o.

di Amina D'Addario
22/02/2017
08:42
 

Quanto incide un ritardo di un volo o la perdita di un bagaglio sulla percezione positiva di una vacanza? Molto se quasi il 60 per cento dei reclami dei viaggiatori che hanno acquistato un pacchetto, dicono da Astoi, è legato ai disservizi delle compagnie aeree.

Pubblicità

Un tema spinoso di cui si è discusso ieri nel corso di una tavola rotonda organizzata a Roma da Fiavet Lazio e che, come ha rilevato il presidente Ernesto Mazzi, "coinvolge non solo gli agenti di viaggi, che sono il front office del mercato turistico, ma anche i tour operator". Due schieramenti uniti nel chiedere alle compagnie maggiore disponibilità nel prevenire i disagi e far fronte alla richieste della filiera. Che rispondono chiedendo che le colpe non vengano addossate in via esclusiva a loro.

La difesa
"Quello che si dimentica - ha sottolineato il segretario generale dell'Ibar, Luciano Neri - è che anche i vettori sono degli utenti che quando vanno negli aeroporti si attendono, a fronte di certi corrispettivi, dei servizi". Spesso, poi, a causare le inefficienze sono "soggetti come gestori aeroportuali, società di handling e operatori del controllo aereo sui quali la compagnia non ha quasi mai possibilità di intervenire".

Le richieste
Ma se la linea degli operatori, come ha sottolineato la consulente legale di Astoi, Silvana Durante, è quella di "intervenire per alleviare il disagio del cliente", più difficile tamponare la situazione quando, "i disservizi sono pesanti" e "non ci troviamo più di fronte alla vacanza contrattualizzata". Casi in cui i vettori, ha sostenuto Durante, "dovrebbero mettere a disposizione anche somme relative al minore servizio fruito, da corrispondere in tempi rapidi".

In ogni caso, è intervenuto l'avvocato di Fiavet Lazio, Federco Lucarelli, sarebbe bene "intervenire prima di arrivare al contenzioso in tribunale" e non trovarsi mai di fronte "all'opposizione sorda ed egoistica dei fornitori".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook