Il turismo degli eventi:
ora cambiano le regole

di Francesco Zucco
09/06/2017
10:33
 

Con la stagione calda, arrivano anche gli eventi estivi in grado di muovere migliaia di persone in tutta la Penisola. Ma, quest’anno, qualcosa sarà diverso. I fatti degli ultimi mesi (da Manchester fino a piazza San Carlo a Torino) hanno imposto un giro di vite sulla sicurezza alle organizzazioni di concerti e festival, con conseguenti indicazioni da seguire per chi vorrà partecipare ai grandi appuntamenti che si svolgeranno da qui fino a settembre in diverse parti d’Italia.

Pubblicità

A dettare le regole è stata la circolare del capo della Polizia Franco Gabrielli, che elenca punto per punto le prassi da seguire per chi preparerà gli eventi e per chi vi prenderà parte.

Cosa fare prima di mettersi in viaggio
Come riassume La Stampa, sono diverse le misure di sicurezza imposte dalla circolare e diverse di queste sono da tenere presente prima ancora di mettersi in viaggio.

Primo punto, gli oggetti pericolosi: saranno infatti disposte delle aree di pre filtraggio per evitare l’introduzione di tutto ciò che possa essere ritenuto potenzialmente dannoso.

Senza contare alcune restrizioni straordinarie che possono essere messe in atto in occasione di particolari eventi. È il caso del concerto di Ariana Grande a Torino, durante il quale non saranno messi zainetti o borse, a meno che non siano trasparenti e delle dimensioni massime di un foglio A4. Saranno inoltre vietati gli ombrelli, le aste da selfie e qualsiasi tipo di spray (compreso quello antizanzare).

La circolare precisa inoltre che, anche per gli eventi all’aperto o di piazza, dovranno essere inseriti varchi contapersone; l’accesso sarà bloccato una volta raggiunta la capienza massima della location. Saranno poi predisposti percorsi distinti per l’ingresso e l’uscita e le aree saranno suddivise in settori, con corridoi centrali. E ancora, dovranno essere valutati provvedimenti di divieto di vendita di vetro e lattine.

L’elenco delle misure da attuare prosegue con la presenza di steward per incanalare i flussi di persone, la predisposizione di aree di primo intervento, un impianto audio per gli avvisi al pubblico, un servizio di vigilanza ad ampio raggio, ispezioni e bonifiche nelle location.

Provvedimenti particolari
In occasione di determinati eventi potrebbero anche essere attuate ulteriori misure di sicurezza. Ad esempio, in base a quanto riporta La Stampa, si sta ipotizzando di introdurre biglietti anche per gli eventi gratuiti, per tenere sotto controllo l’affluenza.

In ogni caso, dunque, è bene tenere d’occhio i siti web ufficiali dei vari appuntamenti, in quanto potrebbero essere adottati provvedimenti particolari in base alle singole necessità, con eventuali conseguenti restrizioni.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook