Da turismo ombra a turismo illegale: il fenomeno extralberghiero in un forum

di Claudiana Di Cesare
29/03/2017
13:14
 

"Non un turismo ombra, ma un turismo illegale, con nomi e cognomi". È così che Antono Barreca, direttore generale Federturismo Confindustra delinea il fenomeno dell'extralberghiero italiano durante la tavola rotonda organizzata durante il Forum internazionale turismo e cultura della Fondazione Biagio Agnes.  

Pubblicità

"Il problema è internazionale - gli fa eco Walter Pecoraro, presidente Federalberghi Lazio -, ma le amministrazioni delle grandi città internazionali stanno cercando di mettere dei margini, attraverso la richiesta di licenze come a Barcellona, limiti al numero degli ospiti e al periodo di locazione annuale come ad Amsterdam o multe importanti come a Berlino".

Le nuove tendenze dell'extralberghiero offrono anche spunti per una riflessione autocritica. "Se si sono affermate - ossera Graziano Debellini, presidente Th Resorts -, è perché hanno trovato i nostri punti deboli. Dobbiamo ripartire dalle scuole alberghiere, dalla qualità del prodotto e dall'innovazione, per uscire da quest'aria stantia che lascia spazio ad una concorrenza sleale".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook