Bandiere Blu, le spiagge premiate

30/05/2018
10:20
Aumentano del 10 per cento i riconoscimenti ai litorali
 

Sono 175 i Comuni e 368 le spiagge premiate in Italia con l’edizione 2018 delle Bandiere Blu, il riconoscimento promosso dalla ong danese Foundation for Environmental Education.
Un numero importante, in netta crescita rispetto all’anno precedente (+10 per cento) che testimonia la crescente attenzione verso la qualità dei litorali. Tra le new entry Sellia Marina in Calabria, Sorrento e Ispani in Campania, Cattolica, Peschici e Rodi Garganico in Puglia e Marina dell’Orso di Poltu Quatu, mentre solo quattro realtà presenti lo scorso anno non sono più in classifica: Anzio, Gabicce Mare, Termoli e Pozzallo.

Sono 32 i criteri che devono essere rispettati per passare le selezioni delle Bandiere Blu e non sono tutte legate esplicitamente al mare; tra i criteri presi in esame anche elementi quali lo smaltimento rifiuti, gli impianti di depurazione o la gestione del territorio, considerando fra l’altro anche la presenza di vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi, i servizi delle spiagge (compreso personale addetto al salvamento) e l’accessibilità per tutti, nonché le informazioni turistiche e la segnaletica aggiornata.

La classifica delle regioni
In termini di regioni, la Liguria rimane come l’anno scorso a 27 località e guida la classifica nazionale davanti alla Toscana con 19 località, mentre la Campania raggiunge 18 Bandiere con tre nuovi ingressi (Piano di Sorrento, Sorrento e Ispani).
Quarta piazza per le Marche che perdono una Bandiera (Gabicce Mare) e scendono a 16 comuni. La Puglia conquista tre nuove località (Peschici, Rodi Garganico e Zapponeta) e raggiunge 14 Bandiere, mentre la Sardegna è presente con 13 località con due nuovi ingressi (Bari Sardo e Trinità d’Agultu e Vignola). L’Abruzzo va a quota 9 con l’ingresso di una località lacustre (le Bandiere Blu vengono assegnate anche ai laghi, in questo caso Scanno) e anche la Calabria a 9 con due nuovi ingressi (Tortora e Sellia Marina). Veneto e Lazio confermano le 8 Bandiere, nel secondo caso con un comune uscito e una new entry (fuori Anzio, dentro Trevignano Romano). Ancora, l’Emilia Romagna aggiunge una Bandiera (Cattolica), salendo a 7, e la Sicilia ne perde una (Pozzallo), scendendo a 6.

La Basilicata cresce a 4 con due nuovi ingressi (Nova Siri e Bernalda) e il Friuli Venezia Giulia conferma le due Bandiere dell’anno precedente. Chiude il Molise che scende a una Bandiera, una in meno dell’anno scorso.
Dati positivi anche per gli approdi, che testimoniano l’impegno della portualità turistica, e appunto le località lacustri che raccolgono nel complesso 16 riconoscimenti: la parte del leone è del Trentino-Alto Adige con 10 Bandiere.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook