Non solo moussaka

27/05/2019
16:47
A tutto food: le ricette delle taverne a due passi dall'acqua
 

Non solo gyros, tzatziki, pita, souvlaki e moussaka: per gli italiani la Grecia è una destinazione rassicurante dal punto di vista food. Merito di un’offerta gastronomica mediterranea, i cui ingredienti base sono quelli tipici delle nostre tavole: carne, pesce, verdure, poche spezie, erbe aromatiche come origano, timo e rosmarino.
Il tutto preceduto da tante meze, piccole porzioni di antipasti da condividere che qui, come del resto in Turchia, vengono servite all’inizio del pasto.

I tesori gourmet
Oltre ai piatti iconici, quelli da ordinare appena si mette piede in suolo greco, il continente e le isole nascondono veri e propri tesori gourmet, meno famosi forse della classica insalata greca con feta e olive di Calamata, ma altrettanto gustosi.
Un esempio sono le patate di Naxos, un prodotto Igp fiore all’occhiello di quest’isola delle Cicladi e, a detta di molti, le migliori di tutta la Grecia. Un festival con assaggi di verie preparazioni si tiene nel mese di luglio.
Tra le eccellenze delle isole ci sono anche i pistacchi di Egina. Qui, dove la storia dice che ebbe i natali il commediografo Aristofane, dalla fine dell’Ottocento crescono alberi di pistacchi, prodotto considerato Dop dalla Comunità europea, a cui Egina dedica un festival nel mese di settembre.

Piatti alternativi
Chi al ristorante vuole provare esperienze diverse dal solito, può ordinare come antipasto il bouyourdì, la feta cotta al forno con pomodori e peperoni, oppure una porzione di saganaki, il formaggio fritto.
Le ricette a base di melanzane in Grecia abbondano: le papoutsakia, con ragù, besciamella e formaggio, sono probabilmente una variante meno nota in Italia, ma di sicuro impatto sulle papille gustative. Per chi proprio non riesce a fare a meno della pasta, c’è il Pastitsio, la variante greca della nostra pasta al forno.
E se si vuole fare qualche giorno di dieta detox, niente di meglio della horta, verdure di campo (catalogna e amaranto soprattutto) bollite dal gusto amarognolo, per accompagnare l’agnello ‘mastelo’.

I liquori
Una doverosa menzione va anche al reparto alcolico greco: se la Retsina è il classico vino da tavola greco, a fine pasto si può chiedere la Mastika, un liquore con Denominazione di origine protetta originario dell’isola di Chio, con cui in Grecia si aromatizza anche il gelato. Da Creta arriva invece il Rakomelo, una sorta di grappa digestiva aromatizzata al miele. O. D.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook