Turismo verde: la carta veneta

07/05/2012
14:47
Leggi anche: Mare Italia

Con un incoming che registra trend in crescita, il Veneto investe in programmi di incentivazione rivolti alle imprese turistiche.

Gli arrivi e le presenze nella regione sono in progressione soprattutto grazie ai turisti esteri: gli incrementi nei primi due mesi dell’anno sono stati del 3,5 e del 4 per cento rispettivamente per arrivi e presenze, confrontati con i dati dell’anno passato. I visitatori provenienti dai mercati esteri sono aumentati dell’11,3 per cento in termini di arrivi rispetto ai primi due mesi del 2010 e del 13,1 per cento per quanto riguarda i pernottamenti.

In testa alle presenze straniere si collocano i francesi, cresciuti del 25,2 per cento, seguiti dai tedesci, aumentati del 7,2 per cento. Da quest’ultimo mercato si è assistito, in particolare, a un ritorno negli ultimi anni, dovuto anche alla vicinanza geografica, che permette un risparmio sul viaggio. Tra i plus della regione vi è una ricettività extra alberghiera, con strutture che hanno ricevuto qualificazioni ambientali valide a livello internazionale e che attraggono, quindi, i mercati europei particolarmente sensibili ai temi dell’ecosostenibilità.

Il Veneto, regione caratterizzata da una forte stagionalità, sta attuando iniziative volte proprio ad allungare il periodo di soggiorno, con modalità di vacanza che portino il turista a esplorare il territorio in chiave enogastronomica, cicloturistica e culturale. Tra i dati, il peso del turismo per il Pil della regione raggiunge l’8 per cento.

Leggi anche: Mare Italia

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook