I programmi dei tour operator

13/05/2013
11:01
Leggi anche: Grecia

“Non ci sono grandi novità nella programmazione. Mi sembra abbastanza simile a quella del 2012, sia come destinazioni che come strutture”.

Katia Uez, direttore tecnico di Calisio Travel a Trento, riassume il pensiero delle agenzie di viaggi sul prodotto Grecia messo in catalogo dai tour operator. Investimenti oculati, riconferme e offerta classica di volo, trasferimento e villaggio italiano.

D’altra parte, sottolinea Alessia Voccia, addetta vendite di Kudi Kudi Viaggi a Salerno, “il fatto che le destinazioni siano sempre più o meno le stesse non è del tutto negativo. Consideriamo che, con i pochi soldi che ci sono in questo periodo, i clienti tendono a scegliere prodotti già testati, magari già anche frequentati negli anni precedenti”.

La scelta dei clienti, secondo le agenzie, si orienta prevalentemente sul prodotto classico realizzato dai t.o. “Direi che prevalentemente la richiesta è quella del pacchetto charter e villaggio - dice Marilù Basilica, addetta vendite di Halloween Viaggi a Torino - ma vanno anche i micro pacchetti con voli di linea e low cost”. In questo caso, però, “io credo che la qualità scenda - dice Serena Mannucci, addetta vendite di La Girandola Viaggi a Empoli -. Purtroppo il modello charter sta sparendo: è troppo legato a rotazioni rigide, ma con le soluzioni low cost c’è un problema di qualità”.

La rigidità del charter difficilmente riesce a essere superata: “Ci sono pochi operatori che riescono a programmare rotazioni anche sui 10 giorni - ammette Katia Uez - e questo è sicuramente un vincolo”.

Leggi anche: Grecia

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook