L'ora del ritorno degli italiani

27/03/2017
10:45
I network di agenzie confermano una ripresa dei flussi verso le mete balneari del Paese
 

Le cautele sono d'obbligo, ma un dato è certo: l’Egitto balneare sta ripartendo e, dopo mesi di arrivi degli italiani con il contagocce, le agenzie stanno ricominciando a vendere il Mar Rosso.  

Non un fuoco di paglia, ma una risalita che si sta consolidando settimana dopo settimana, consentendo agli addetti ai lavori di guardare alla stagione estiva con cauto ottimismo.
A sostenerlo i network interpellati da TTG Italia che, quasi senza eccezioni, parlano di prenotazioni in aumento che stanno premiando soprattutto Marsa Alam e meno Sharm, e di una meta che non viene svenduta, ma proposta e recepita dal mercato al giusto prezzo.

Un trend positivo
“Dall’analisi dei nostri dati  - sottolinea il direttore vendite del Gruppo Bluvacanze, Antimo Russo - emerge che il trend è molto positivo. Stiamo registrando sul 2017 una crescita media quattro volte superiore alle vendite 2016 e la stiamo ottenendo con quasi tutti i tour operator contrattualizzati”.

Di progressione importante parla anche il responsabile retail di Uvet, Ezio Birondi, che però avverte: “Prima di soffermarci sugli incrementi a tripla cifra, che rischiano di ubriacare, il fatto interessante è che non si tratta di un exploit dell’ultimo momento, ma di un trend graduale che si sta consolidando settimana dopo settimana”.  

Analoga l’esperienza vissuta da Marsupio. “Anche se è prematuro parlare di numeri soddisfacenti - rimarca il  vicepresidente del gruppo, Massimo Caravita - non si può negare che il cliente abbia ricominciato a informarsi sul Mar Rosso e che, una volta indirizzato e rassicurato dall’agenzia, lo prenota”.

Ma non dappertutto la tendenza viene confermata. Fuori dal coro è l’esperienza di Frigerio Viaggi Network. “Salvo qualche sparuta prenotazione - rileva il direttore, Paola Frigerio - non possiamo affermare l’avvio di una ripresa delle vendite. Nonostante la comunicazione massiva, le iniziative di marketing dell’Ente del Turismo Egiziano e l’attenzione verso le misure di sicurezza interne al Paese, i viaggiatori manifestano reticenza e timore”.  

Unanime è, invece, il giudizio dei network in tema di destinazioni scelte dal consumatore finale.

Le destinazioni
“I primi mesi del 2017 - interviene il presidente di Primarete, Ivano Zilio - vedono una buona ripresa delle prenotazioni su Marsa Alam”. Meta su cui, aggiunge, “non è ancora partito l’advance booking” e dove “per il momento vince il last minute”.

Si allineano a questo trend anche le vendite delle agenzie Gattinoni Mondo di Vacanze. “La ripresa - conferma il direttore generale, Sergio Testi - è concentrata solo ed esclusivamente sulla parte balneare e in modo particolare su quella di Marsa Alam, dove i t.o. hanno lavorato per ricostruire un’offerta nuova cercando di adattarla ai numeri dell’attuale mercato”.

Questione prezzi
Si mantiene infine al di sopra del livello di guardia il pricing. “È vero che i prezzi sono contenuti per gli incentivi degli operatori, ma in questo momento -  sostiene il direttore commerciale di Geo Travel Network, Dante Colitta - la destinazione non viene scelta per il prezzo stracciato o perché il cliente non trova alternative”.
Amina D’Addario


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook