Aegean rilancia sulla Penisola

07/06/2017
14:04
L'aerolinea riconferma le tratte per la summer e amplia la capacità
 

“Quest’anno incrementiamo la capacità sull’Italia di circa il 15 per cento, risultato sia di destinazioni stagionali operate su base più ampia, che dell’utilizzo di aerei più grandi”. Sandro Melis, country sales manager Italy di Aegean Airlines, riassume così i piani di sviluppo preventivati dal vettore ellenico sugli scali tricolore.

“Solo su Napoli - spiega - andiamo ad aumentare la capacità del 72 per cento, del 42 per cento su Catania, mentre su Roma e Milano abbiamo scelto di operare con l’A321 in sostituzione dell’A320”. Un vero e proprio riconoscimento per il mercato della Penisola, dove nonostante la concorrenza agguerrita delle low cost, sempre pronte a pubblicizzare l’avvio di nuove rotte per le isole greche in vista dell’estate, la compagnia di Atene difende con orgoglio la posizione raggiunta.

I risultati
“In termini di voli e capacità offerta - rivendica Melis - siamo la prima compagnia full service per i collegamenti Italia-Grecia, la seconda, se si prendono in considerazione anche le no frills”. Un primato non da poco, mantenuto anche nel 2016, che ha regalato grosse soddisfazioni al vettore: circa 472mila passeggeri movimentati attraverso il corridoio Italia-Grecia, il 27 per cento in piú rispetto al 2015. Un risultato più che positivo valso al Belpaese la conquista del terzo posto, pari merito con la Francia, nella classifica dei mercati più strategici per Aegean, dopo Germania e Uk. Bacini che, nota con un pizzico di rammarico Melis, “beneficiano di condizioni di mercato completamente diverse dalle nostre” e caratterizzati da “una domanda che si muove con maggiore anticipo” e da una “propensione significativa nell’investire in blocco spazio da parte di t.o. e agenzie”.

La stagione
Precisazioni doverose, che non impediscono alla legacy di guardare con grande fiducia alla stagione estiva appena partita. “Per la summer - dice il responsabile del vettore - sono stati riconfermati tutti i sette scali della stagione 2016. Sono tutti collegamenti per Atene, da dove è possibile proseguire per 33 destinazioni domestiche e 112 internazionali”.

Quello di convogliare quanti più viaggiatori possibile sull’infrastruttura aeroportuale ateniese è del resto un progetto che la compagnia condivide con l’Ente del turismo ellenico. “Vogliamo convincere gli italiani - sottolinea la direttrice per il mercato tricolore Kyriaki Boulasidou - che Atene non è un passaggio obbligato per le isole, ma una vera destinazione per long week end, una città con tantissime attrattive e la capitale europea con il più alto numero di spiagge Bandiere blu”. A. D. A.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook