Roma cresce troppo poco, le accuse degli albergatori

24/01/2017
09:35
 

Un crescita inferiore al 2 per cento che, nelle aziende alberghiere, si traduce in un magro +0,58%. Sono questi i dati del 2016 che Giuseppe Roscioli, presidente degli albergatori di Roma, comunicherà domani, nel corso dell’Albergatore Day.

Pubblicità

Come anticipa Il Messaggero, la crescita dei flussi verso al capitale ha registrato un incremento inferiore alle attese, e inferiore anche alla media di incremento del turismo a livello mondiale, stimata intorno al +4%.

“È un dato molto particolare che deve tener conto di vari elementi - commenta il presidente Roscioli -: il 2016 è stato un anno di attentati in tutta Europa; è stato l'anno del terremoto nel centro Italia che ha coinvolto a livello di immagine anche Roma. Poi, come contropartita, è stato l'anno del Giubileo che non ci ha portato il flusso dei pellegrini attesi”.

Sotto accusa anche le condizioni della città: “Roma avrebbe bisogno di un impegno molto forte in tema di promozione turistica internazionale – dice ancora Roscioli -. Il +2% di flussi turistici nel 2016 si traduce nelle aziende alberghiere solo in uno +0,58% un dato dovuto essenzialmente a questa offerta spropositata di case in affitto”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook