Federalberghi Toscana: "Incredibile la bocciature della legge su Airbnb"

03/03/2017
11:05
 

È durissima Federalberghi Toscana sulla decisione del Governo di bloccare la legge sugli affitti brevi approvata dalla Regione, la famosa norma anti-Airbnb. “La legge regionale, anche in modo molto soft rispetto alle nostre richieste iniziali ha cercato di porre un freno al malcostume del sommerso, diffuso ovunque e che raggiunge picchi elevatissimi nelle zone turistiche costiere, insulari e nelle città d’arte” dice Paolo Corchia (nella foto), presidente della Federalberghi in Regione, secondo il quale in Toscana solo il 52% dei non residenti pernotta in strutture ricettive regolari.

Pubblicità

“È evidente che nella nostra regione esiste un sommerso, che sfugge ad ogni controllo, fiscale, di tributi locali, di sicurezza pubblica in assenza di denuncia alla PS del cognome e nome del non residente che pernotta in Toscana” dice.

Corchia definisce “incredibile” la decisione del Governo. “Secondo la Banca d’Italia ed altri centri studi pubblici e privati - conclude Corchia -, si sta parlando di una evasione che supera i 3,4 miliardi di euro all’anno: una giungla, alla quale la legge regionale tenta di dare un freno. Siamo proprio curiosi di leggere le motivazione della decisione assunta dal Governo, per capirne la logica”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook