Federalberghi Bari si scaglia contro la tassa di soggiorno

12/06/2017
12:52
 

Levata di scudi di Federalberghi Bari-Bat davanti all’ipotesi dell’introduzione della tassa di soggiorno nel capoluogo pugliese.

Pubblicità

“Il provvedimento annunciato dal sindaco di Bari rischia di bloccare sul nascere il duro lavoro di promozione e marketing turistico che i player privati e in forma associata stanno cercando di implementare con l’obiettivo di far decollare Bari come destinazione turistica – spiega Francesco Caizzi, presidente della Federalberghi Bari-Bat -. C’è da sottolineare che Bari non è ancora una destinazione affermata nel mercato turistico nazionale e internazionale e introdurre un tassa sui turisti la  danneggerebbe”.

Federalberghi sottolinea, quindi, la sua assoluta contrarietà all’applicazione della tassa: “Al nostro settore necessita, ad ogni livello, una politica che lavori per l’eliminazione di oneri burocratici che gravano sulle imprese senza essere produttivi – conclude Caizzi -, per la riduzione della tassazione propria ed impropria sulle imprese e per la cancellazione definitiva di ogni ipotetica imposta di soggiorno”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook