Viste da vicino

12/11/2019
15:56
La meta, unica al mondo, presenta una diversificazione dell'offerta che la rende attrattiva in ogni periodo
Leggi anche: Maldive

Una crescita spettacolare, quella del mercato italiano per le Maldive. Dopo un 2018 in cui si erano superati i 105mila arrivi, il 2019 profuma di record. Da gennaio ad agosto si segnala una ulteriore crescita del 32,1 per cento, dai 69.787 visitatori del 2018 a 92.162 di quest’anno. Il nostro mercato si attesta al terzo posto, subito dopo Cina e India.

“Una caratteristica rilevante è il numero di pernottamenti - spiega Massimo Loquenzi, general manager di Master Consulting FL, l’agenzia di Pr che in Italia rappresenta l’Ufficio del Turismo delle Maldive -. Se cinesi e indiani soggiornano per una media di 4-5 notti, gli italiani arrivano anche a 9”.

Le previsioni sono positive, anche grazie al nuovo volo diretto che ha aperto Air Italy dal 29 ottobre. “Raggiungere le Maldive dall’Italia in alta stagione è molto semplice - dice Loquenzi -: Air Italy opera 3 voli a settimana, Alitalia 4, due da Roma e due da Milano e Neos mette a disposizione un circolare Milano-Malè-Roma-Milano che, in alcuni periodi dell’anno, tocca anche Verona. E poi ci sono i collegamenti con scalo nel Golfo di Emirates e Qatar e Condor da Francoforte”.

Un altro modo
La sfida è allungare la stagione: “A parte un crollo fisiologico tra maggio e giugno, abbiamo notato una risalita già a luglio e ad agosto un picco del +35 per cento”.
L’ente del turismo maldiviano sta inoltre spingendo molto sulle possibilità di ospitalità alternativa che offre il Paese. “Da quando il presidente Mohamed Nasheed, qualche anno fa, ha aperto al turismo anche le isole dei pescatori, si sono moltiplicate le guest house - dice Loquenzi -: ad oggi sono 591 e sono una soluzione di soggiorno alternativa che non solo rende economicamente più accessibili le isole, ma permette anche di entrare in contatto con la popolazione locale, scoprirne usi e costumi e anche apprezzare la cucina”. Nelle guest house ci sono alcune limitazioni: trattandosi di un Paese musulmano, non è permesso il consumo di alcool e si può stare in costume da bagno solo nelle bikini beach. “Ma tutte sono attrezzate con barche per permettere escursioni di vario genere”.
Un altro modo, legato strettamente al mare, è invece quello di imbarcarsi su un Safari vessel e farsi trasportare in crociera fra gli atolli, con tappe di scoperta e cene nei resort.

Leggi anche: Maldive

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook