Prodotto ad alto valore

di Aurora Azzolini
14/02/2011
15:34
 

Il prodotto India va bene, è molto richiesto da un target medio alto". Marco Marchetti, titolare della Esquire Viaggi di Milano, ha trovato nella destinazione asiatica un motivo di soddisfazione. E non da poco. "Per il solo periodo di Natale ho fatto 10 pratiche - riferisce l'adv - e, da inizio anno, ho già venduto un paio di viaggi individuali". È questo il tipo di cliente che va in India, con pacchetti tailor made confezionati dall'adv: "Non vendo India con i tour operator ormai da anni" ammette Marchetti. Il profilo tracciato disegna una clientela che vuole viaggiare in Business, spendendo, quindi, circa 5mila euro, sia con volo diretto che con scalo intermedio: "Se va nel Sud dell'India, vola con compagnie arabe - spiega l'adv milanese -, se va nel Nord, con British o altri vettori europei".

Non per tutti, però, il prodotto è così forte. La difficile contingenza economica, ma anche, in parte, una paura che si sta diffondendo sul piano psicologico bloccano chi vorrebbe intraprendere un viaggio. "Quest'anno l'India si vende poco - riferisce Sandro Valieri, titolare della Dakota Viaggi di Ferrara -, mentre era andata molto bene nella stagione 2009/2010. Resta comunque una meta da pacchetto su misura, e cerchiamo di proporla ai clienti che non ci sono mai stati e che sono disposti a spendere un po'. Il mondo si sta restringendo sempre più per la clientela di fascia media".

I prezzi delle pratiche vendute alla Dakota per l'India si collocano in un range tra i 2.600 e 5mila euro: nel primo caso per 12-13 giorni, nel secondo se si sceglie una sistemazione lusso. "Chi fa questi viaggi cerca il meglio - aggiunge Valieri -, e non bada ai 500 euro in più per la Business. Inoltre prenota con molto anticipo". Periodo duro anche per la Pacini Viaggi di Milano: "Vendiamo poco in generale - racconta il titolare Roberto Torre -. Il momento è pesante e colpisce troppe destinazioni, mettendo paura e bloccando le richieste sulle mete vicine, figuriamoci sull'India".


Qualche centinaio di chilometri più a Est c'è, invece, chi non ha problemi. "È un prodotto che vendo parecchio - afferma Alessandro Venturini, direttore tecnico dell'agenzia Spada Viaggi di Udine -, sia con cataloghi di tour operator specializzati sia con programmi su misura creati con i nostri corrispondenti locali. I mesi invernali sono particolarmente richiesti, e abbiamo diverse pratiche da gennaio a marzo". Alla Promotur di Torino, filiale di via Lagrange, l'India si vende più che altro con pacchetti t.o. agli individuali, "ma - puntualizza il responsabile Paolo Destefanis -, nel caso di un cliente d'élite, il viaggio è su misura, a circa 2.500 euro per 12 giorni". Numeri da record, invece, alla Santostefano Viaggi di Gabicce Mare (Pesaro Ubrino): "Faccio circa 40 pratiche l'anno sull'India - interviene la titolare Federica Galeazzi -, con una media di prezzo dai 1.000 ai 4mila euro".

Pubblicato il 14/02/2011


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook