Crescono gli arrivi, rallentano le entrate

02/07/2012
11:16
Leggi anche: India

Crescono gli arrivi, ma diminuiscono le entrate economiche del turismo internazionale.

L’anno dell’India fa fatica a decollare soprattutto dal punto di vista economico. Secondo i dati del servizio statistico del Governo indiano, il solo mese di maggio ha visto 372mila arrivi internazionali contro i 355mila dello stesso periodo del 2011, con una crescita del 4,6 per cento anno su anno. Una buona spinta in avanti, quindi, per l’inbound dall’estero, sia a confronto con i dati del 2010 (quando i visitatori a maggio erano stati 332mila), sia in relazione al mese di aprile di quest’anno, che pur registrando un incremento sul 2011 aveva avuto una performance meno convincente, con una crescita che si era fermata al 3,3 per cento. I primi 5 mesi dell’anno mostrano un trend in progressione, con 2 milioni 805mila arrivi in rialzo del 7,8 per cento anno su anno.

Meno convincente è, invece, il dato economico. Le entrate generate dal turismo internazionale nel mese di maggio, infatti, si fermano a 1 miliardo e 23 milioni dollari, con una flessione del 9 per cento sul valore dell’anno precedente, in cui si erano registrati incassi per 1 miliardo 124 milioni di dollari. Il calo di entrate, secondo il Governo, è da attribuire principalmente alla svalutazione della rupia rispetto al dollaro e non a una minore disponibilità di spesa dei turisti. Nei primi 5 mesi, infatti, la crescita delle entrate è stata significativa: +10,6 per cento sul 2011 con 7 miliardi e 297 milioni di dollari di revenue turistiche internazionali.

Leggi anche: India

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook