Inbound e Tanka Village,
Valtur nell’era Gagliardi

di Amina D'Addario
20/05/2016
08:37
 

Il ritorno sul filo di lana del Tanka Village "a giugno, in tempo per la stagione estiva" e il progetto di realizzare un "grande canale inbound" verso l'Italia. Carlo Gagliardi, da mercoledì scorso presidente della Valtur dell'era Bonomi, siede tra i relatori di un convegno alla Luiss a Roma quando annuncia dove porterà la strategia di rilancio del marchio appena finito nelle mani di Investindustrial.

Pubblicità

Un progetto già tracciato che, spiega Gagliardi, prevede di "mettere Valtur al centro del sistema e di creare così un importante canale inbound, come accade nei Paesi nostri concorrenti, dove i grandi marchi sono allo stesso tempo dei grandi attrattori". Un ruolo che per il manager spetta anche a Valtur che, rileva, "è il più grande operatore villaggista italiano, anche se - ammette - in confronto alle realtà estere non lo è affatto". L'azienda, aggiunge poi riferendosi alla situazione finanziaria, "è sostanzialmente in turnaround, ma è pazzesca l'affezione che abbiamo da subito riscontrato nei confronti del marchio".

Gagliardi annuncia infine che il Tanka Village, il villaggio strappato ad Alpitour e Club Med nel corso di una trattativa lampo, tornerà in pista per i primi di giugno. "Lo abbiamo acquisito 21 giorni fa e in appena 38 giorni lo riapriremo. Sono appena stato a Villasimius per vedere l'avanzamento dei lavori e non nascondo che siamo in una fase emergenziale. Ma - assicura - si stanno facendo passi avanti a tempo di record".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook