Rotondo, Rccl: “Asia ed Emirati nuovi competitor dei Caraibi”

di Francesco Zucco
27/01/2017
12:49
 

I Caraibi, per il momento, restano una roccaforte del turismo organizzato. Ma questo non vuol dire che alcune destinazioni non possano insidiarne la posizione.

Pubblicità

"Gli Emirati Arabi e alcune zone dell’Asia - spiega Gianni Rotondo, country manager Italia di Rccl - stanno facendo concorreza ai Caraibi”. E questo anche per un motivo preciso: "Queste zone danno alla clientela un’idea di esclusività che, a volte, manca al Centro America". Tuttavia, sottolinea Rotondo, è troppo presto per parlare di veri e propri competitor. Quella che si sta delineando è, piuttosto, una tendenza che in un futuro potrebbe portare le due aree (America e Asia) a spartirsi una tipologia di clientela simile.

Rccl, del resto, ha investito forte sui Caraibi, anche con due isole private (Cocobay e Labadee): una tipologia di prodotto che, invece, recupera proprio quell’idea di esperienza esclusiva che, almeno per il momento, sembra essere una delle caratteristiche principali richieste dalla clientela che si avvicina al turismo organizzato.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook