Alitalia sfida le low cost: biglietti sotto i 40 euro per i voli in Europa

15/02/2017
09:35
Leggi anche: Alitalia

Un doppio modello di business: uno per le tratte a lungo raggio, dove verranno mantenuti gli standard attuali, e uno per i voli nazionali ed europei, per i quali è prevista molta più flessibilità. Questa l’idea di Alitalia, che vuole competere con le compagnie low cost sul fronte del pricing, con l'obiettivo di per catturare nuovi target come, ad esempio, quello egli studenti Erasmus, che per volare in Europa finora hanno sempre scelto i vettori a basso costo.

Pubblicità

Sulle tratte europee il vettore ha allo studio un modello a tre tariffe: da quella business col tutto incluso a quella base, passando per il biglietto intermedio. Il biglietto più economico, come spiega La Stampa, costerà il prezzo nudo della poltrona, con un costo che potrà scendere sotto ai 40 euro. Chi acquisterà il biglietto base o quello intermedio avrà poi la possibilità di comprare diversi extra, tra cui la scelta del posto, un sedile più largo e il fast track.

Quello delle ancillary è un business cui Alitalia guarda con interesse e se oggi i passeggeri pagano, per questi servizi, in media sei euro, l’obiettivo è di triplicare la cifra per aumentare i ricavi.

Leggi anche: Alitalia

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook