Perché oggi i voli sono più lunghi rispetto a 10 anni fa

29/08/2018
12:28
 

In 10 anni, i tempi di percorrenza delle rotte operate dalle compagnie aeree si sono allungati. Un manciata di minuti, nulla che effettivamente impatti sull’esperienza di volo del passeggero. Ma, guardando gli schedule, emergerebbe una dilatazione dei tempi.

Pubblicità

Niente a che vedere con i motori degli aerei, i consumi di carburante o in generale la tecnologia. Stando a uno studio ripreso da travelmole.com il motivo sarebbe molto più semplice: le compagnie aeree avrebbero dilatato le tempistiche dei voli sono per incorrere meno in ritardi.

Le ragioni di una scelta
Il ritardo, per i vettori, non è una semplice questione di orario. Dall’ora esatta in cui l’aereo arriva all’aeroporto di destinazione dipendono le eventuali compensazioni da riconoscere ai passeggeri per i ritardi.

Così, secondo quanto afferma l’associazione di consumatori britannica Which?, ripresa dal magazine online d’Oltremanica, negli ultimi 10 anni i tempi di percorrenza ‘ufficiali’ sarebbero stati aumentati in 76 casi sui 125 analizzati. Ad esempio, un volo Heathrow-Singapore durerebbe 20 minuti in più e un Gatwick-Schonefeld conterebbe 19 minuti aggiuntivi.

Un piccolo stratagemma che consentirebbe alle compagnie aeree di migliorare la propria puntualità e pagare meno per gli eventuali ritardi.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook