I viaggi di lusso 2022
Operatori ottimisti
e pronti
alle nuove sfide

24/11/2021
08:02
 

Le prenotazioni crescono un po’ per tutte le destinazioni, e il mondo del lusso, in attesa dei grandi trend che traccerà la prossima Iltm, si lascia andare a un moderato ottimismo per il 2022. Senza dimenticare, però, che viviamo ancora un tempo liquido, in cui tutto può cambiare quasi da un giorno all’altro.

"Sono ottimista riguardo al prossimo anno, ma penso che dobbiamo affrontare tutto con una sana dose di realismo per quello che può venire” dice Tom Marchant, co-fondatore di Black Tomato. Che però riconosce come gli ultimi tre mesi, da settembre a novembre di quest’anno, siano stati i migliori della storia dell’operatore, con novembre che in sole due settimane ha fatto registrare l’obiettivo fissato per fine mese.

Che il 2022 sia un anno sul quale i viaggiatori up e upper level stanno puntando per una sorta di ‘revenge travel’, dopo due anni di difficoltà e limitazioni, è evidente: il successo della campagna vaccinale e l’inizio della somministrazione di massa della terza dose sia negli Usa che in Europa da animo ed energia alle prenotazioni.

Città d’Europa in inverno
Tanto che si assiste a interessanti fenomeni di destagionalizzazione, come sottolinea Matthew Upchurch, ceo di Virtuoso. “Anche prima che l'Europa iniziasse a riaprire i suoi confini, la domanda c'era ed è aumentata negli ultimi mesi - dice -. Di solito, l'inverno è la stagione più lenta, ma quest'anno più persone si stanno dirigendo verso il continente durante i mesi freddi.

Arriva una conferma di questa nuova riscoperta d’Europa in controstagione anche da Melissa Biggs Bradley, fondatrice e ceo di Indagare, società di viaggi boutique per soli membri basata in Usa. "Parigi, Roma, Firenze e Venezia sono particolarmente popolari. In questo momento, stiamo vedendo molti clienti diretti in Francia e in Italia, più desiderosi che mai di tornare nelle città europee che amano, sapendo che sono molto meno affollate, o addirittura entusiasti di sperimentarle per la prima volta in questa stagione.”

Ulaanbaatar e i Solo travel
I player devono, dunque, essere preparati a un mondo cambiato. Che si manifesta nei desideri dei clienti.  

Resta infatti forte la ricerca di luoghi esotici e inesplorati come garanzia di isolamento sociale. "I viaggiatori si recano a Ulaanbaatar, in Mongolia, per la pesca sportiva - spiega Angie Licea, presidente di Global Travel Collection -. C'è anche un grande fermento intorno a Roatan, in Honduras.”

Un trend che si accompagna a quello dei viaggi in solitaria, i Solo travel, anche questi in decisa impennata, come spiega ancora Bradley di Indagare: "Le persone hanno trascorso del tempo rinchiuse da sole e sembrano avere ritrovato fiducia nel viaggiare per il mondo da sole. I Solo traveller viaggiano alla ricerca di benessere, avventura e viaggi educativi.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook