I nuovi viaggi di lusso e la teoria delle 3P che cambia il mondo

29/06/2022
15:55
 

Nel mezzo di una pandemia che continua a far sentire i suoi strascichi e di un periodo difficile per l’economia a livello europeo, ma non solo, l’IHIF (International Hospitality Investment Forum) ha tracciato la linea per il nuovo turismo di lusso.

L’appuntamento che ha riunito i principali investitori alberghieri ha evidenziato non solo quale sarà il futuro degli hotel di lusso, ma soprattutto quali saranno (e sono) le esigenze che i nuovi viaggiatori, che stanno uscendo con fatica dalle sabbie mobili economiche e sociali, vorranno vedere soddisfatte.

Il cuore delle future strategie per rispondere ai viaggiatori up level poggia sulla teoria che il lusso debba rispondere a 3P: personal, private e purpose, ossia personale, privato e con uno scopo. Sono queste le richieste che stanno arrivando, secondo quanto sostiene Willemijn Geels, vice president development Europe di IHG: le persone non vogliono vivere la stessa esperienza di un altro cliente, preferiscono una villa, una barca o un’isola dove non ci sono altri clienti e vogliono sapere come la loro vacanza di lusso influisce sull'ambiente e sulla destinazione che li ospita.

Da qui ne deriva una richiesta di autenticità: basta con resort e hotel ultralusso che potrebbe benissimo essere in India, a Berlino o Minneapolis: Hilton, Marriott e gli altri player sanno di dover rendere riconoscibile il luogo e la cultura del luogo nelle loro strutture. Il sapore locale, il design e il servizio saranno condizionati, oltre che dall’autenticità, anche dall’abbassamento dell’età dei clienti lusso. Sono più giovani e vogliono un sistema di accoglienza e delle proposte che li rappresentino e nelle quali si possano riconoscere, senza rinunciare ad un trattamento top di gamma.

Proprio per questo sembra il che tema prezzo nei confronti dei viaggi sia passato in secondo piano. Il consumatore lusso, che certo non batte ciglio di fronte al costo di beni materiali, negli anni passati aveva qualche remora a spendere altrettanto facilmente per i viaggi: oggi, invece, forse grazie al ringiovanimento del target, questo tipo di preconcetto sembra essere superato.

Altra caratteristica nata dal ventre della pandemia è la tendenza a chiedere alle vacanze un momento di benessere, e quindi a cercare nell’offerta strutture orientate verso questo segmento. Strutture nelle quali i nuovi clienti Hnwi decidono di soggiornare più a lungo: l’ultima caratteristica dei viaggi di lusso del prossimo futuro è infatti l’allungamento della durata del soggiorno. La pandemia ha insegnato che se si devono affrontare test, affollamento e pratiche varie per raggiungere una destinazione, è conveniente rimanere più a lungo. Anche se le restrizioni di viaggio oggi si stanno alleggerendo.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook