Italy Luxury Travel e le nuove destinazioni upper level italiane

07/12/2022
08:47
 

Sono da 15 anni nel mercato del lusso, malgrado la scelta di non muoversi dal luogo di origine. Italy Luxury Travel presidia il mercato del luxury travel italiano da Sora, provincia di Frosinone e malgrado questo ( o forse proprio per questo) è da anni fra i 5 migliori Dmc luxury italiani.

“Il 2022 è stato un buon anno, abbiamo raddoppiato i numeri rispetto al pre pandemia e per il 2023 già oggi abbiamo tantissime richieste, soprattutto per l’estate. Il che è un rischio, perché lavorare sui grandi numeri, con una domanda altissima, rischia di mettere in difficoltà in tema di qualità” dice Giulio Abbate, managing partner della Dmc.

Italy Luxury Travel lavora solo b2b, con gli intermediari, e fornisce tutti i servizi a terra, dall’hotel a qualunque tipo di richiesta si possa immaginare su tutto il territorio italiano.

“Si va dal prodotto standard, come le visite private dei musei, alle richieste le più disparate: abbiamo organizzato sfilate di moda private, giornate in Ferrari, la guida della Ducati all’interno del circuito di Misano. L’unico limite è la fantasia”.

Eppure, se guarda al cliente lusso, Abbate non ha grandi dubbi: “Ci sono, è vero, micro-trend innovativi in termini di richieste, ma sul numero complessivo sono solo una piccola parte. Le richieste anche per il cliente lusso sono più o meno sempre le stesse”.

La novità riguarda, invece, le destinazioni: “Vediamo la Sardegna emergere come un luogo dove offrire un prodotto davvero autentico, e le montagne per lo sci, in particolare le Dolomiti, gettonatissime dagli americani oggi che ad Aspen i prezzi dei soli skipass sono davvero proibitivi”.

E poi c’è un piccolo sogno campanilistico: “Credo che un prodotto che avrà un buon futuro sia la nostra Ciociaria: cominciano ad esserci le strutture giuste per ospitare clienti di alto livello, la logistica è ottima e possiamo disporre di un prodotto diverso e autentico”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook