Racket o vendetta, le indagini per la bomba all'hotel Golden Palace di Torino

03/01/2017
10:16
 

La vendetta di un ex dipendente, il racket o una bravata. Non si esclude nessuna pista per l’ordigno fatto esplodere pochi giorni fa davanti all’hotel Golden Palace di Torino, lussuoso 5 stelle frequentato da giocatori e allenatori di serie A e da volti noti della musica e dello spettacolo.

Pubblicità

Le telecamere di sorveglianza hanno catturato l’accaduto. Nelle immagini, riportano oggi le colonne de La Stampa, si vede un uomo incappucciato e vestito completamente di nero posizionare quello che appare come un pacco bomba vicino all’ingresso. Subito dopo l’esplosione, che, fortunatamente, non ha recato gravi danni alla struttura o a persone.  

Il filmato è ora nelle mani degli inquirenti che non escludono alcuna ipotesi. Tranquillità traspare dalla reazione dello staff dell’albergo, di proprietà del gruppo AllegroItalia, che al quotidiano definisce l’episodio come “o una bravata di fine anno o un segnale intimidatorio”. “Non ci sono stati danni gravi, il fatto - minimizzano - ci sembra di modesta entità e comunque isolato”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook