Lo YouTuber che ama viaggiare: Gordon il teen-idol

di Claudia Cabrini
13/01/2017
08:35
 

Un 2016 ricco di conquiste e successi quello di Gordon, all'anagrafe Yuri Sterrore, lo YouTuber dalla parrucca bionda più famosa d'Italia. I suoi video, nei quali interpreta i tragicomici problemi di ogni ragazza, sono diventati virali in pochissimo tempo, e con quasi 930.000 seguaci su Facebook, lo hanno fatto conoscere a tutti come uno dei personaggi web dell'anno.

Pubblicità

Ma non solo sketch comici. Per Gordon anche un tour, con il singolo di successo 'Si sboccia poveri', e la Tv con il programma condotto da Simona Ventura in prima serata su Canale 5, 'Selfie'. E poi, un libro: 'Il sogno che non avevo', edito Mondadori.

Gordon si definisce un turista curioso. E, racconta: "In viaggio ho ritrovato me stesso".

Nel suo libro 'Il sogno che non avevo' racconta anche della sua vita 'pre-web'...  
Ero un ragazzo normale che lavorava 20 ore al giorno in un ristorante.
Tornavo a casa distrutto e insoddisfatto, ma anche quell'esperienza mi ha formato moltissimo. Nel mio libro racconto anche di quello, e soprattutto sprono tutti i lettori a credere sempre nei propri sogni, a mettercela tutta affinché questi diventino realtà; e a non lasciarsi scoraggiare se al momento non si è soddisfattissimi della propria vita. Tutto può sempre migliorare, e io l'ho vissuto in prima persona!

Lei è appena tornato dalla Polinesia e ha scritto sui social che in viaggio ha ritrovato se stesso...
Esattamente. Entrare a far parte del mondo dello spettacolo è stato abbastanza difficile, non ero abituato a tutto questo e nonostante io abbia lavorato molto duramente per arrivarci, ad un certo punto mi son sentito un pochino smarrito. Volevo cercar di focalizzare il perché stavo facendo tutto questo, ma non ci stavo più riuscendo...

Gli impegni del tour e di Selfie l'avevano disorientata?
Assolutamente no. Mi hanno insegnato moltissimo e hanno mostrato al pubblico il vero me, non il personaggio che interpreto online. Però mi hanno anche tolto tempo per i miei video, e proprio per quello in Polinesia ho riscoperto la passione degli inizi, quella di creare sketch comici a più non posso per puro divertimento e passione.

Cosa non manca mai nella sua valigia?
Beh... Ovviamente una parrucca! Ai miei seguaci basta vedermela in testa che già ridono. Scherzi a parte, anche un libro. Sono un amante della letteratura.

Che viaggiatore potrebbe definirsi?
Un turista curioso. Amo il luxury travel tanto quanto il low budget. Mi adeguo a tutte le situazioni, non sono un maniaco dell'organizzazione a tutti i costi. Amo semplicemente il viaggio. Dallo scoprire nuovi posti al perdermi, con uno zaino in spalla, chissà dove.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook