TripAdvisor e hotel finalmente amici: ma c’è chi dice no

27/01/2017
11:00
Leggi anche: Federalberghi

"Non abbiamo mai fatto una guerra contro le recensioni di TripAdvisor. Diciamo solo che il sistema è imperfetto e che la piattaforma non sembra intenzionata ad adottare le cautele che chiediamo". Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi, non crede che il rapporto tra gli alberghi e il portale delle review sia poi cambiato molto.

Pubblicità

Tanto più oggi che, con il lancio di Instant Booking - la funzionalità che permette agli utenti di prenotare l'albergo direttamente dal sito -, il portale "si è trasformato di fatto in un metasearch che guadagna dalle prenotazioni".

Le falle del sistema
"Nonostante le sollecitazione avanzate negli anni il modello TripAdvisor è rimasto inaffidabile. Ancora oggi - sottolinea Nucara - non garantisce la riconoscibilità di chi scrive e che, dietro a un semplice nickname, può postare giudizi infondati". Un limite che non fa che alimentare il "mercato delle recensioni fasulle vendute un tanto al chilo" e il "sottobosco delle opinioni volutamente negative messe in rete solo per danneggiare un determinato albergatore".

Falle che, secondo Nucara, solo l'accesso registrato o l'obbligo per gli utenti di postare la ricevuta fiscale permetterebbero di arginare.

Malgrado i limiti, sono, però, indubbi i meriti del sito che, rileva Nucara, "ha dato la possibilità ai clienti di esprimere il proprio parere e agli alberghi che pagavano società per analizzare la propria reputazione, di conoscerla in modo gratuito".

Amina D'Addario

Leggi anche: Federalberghi

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook