Tutti i progetti di Uvet
per il brand Settemari

di Amina D'Addario
28/03/2017
08:35
 

Portare il brand Settemari all'attenzione del mercato agenziale del Centro Sud. Questo l'obiettivo dichiarato dal direttore commerciale di Uvet, Sandro Palumbo (nella foto), a poche settimane dall'acquisizione del tour operator torinese da parte del gruppo guidato da Luca Patanè.

Pubblicità

"Settemari - sottolinea Palumbo - è radicato in maniera molto forte al Nord. Il 70 per cento del suo fatturato si concentra nelle regioni settentrionali, scendendo al massimo fino a Bologna, dove di fatto si ferma".

Quello di Settemari, dunque, è un prodotto appena entrato a far parte dello scaffale di Uvet e ora "da mettere in contatto con quel migliaio di punti vendita che non lo ha mai venduto". Un progetto nel quale, precisa Palumbo, verrà comunque lasciata "massima libertà alle agenzie, perché non ci saranno target o market share da rispettare. E chi non lo vendeva potrà continuare a non farlo".

Le battute finali dell'operazione
Per misurare i primi veri risultati su questo fronte bisognerà peró attendere. "Essendo entrati in Settemari ad accordi già fatti, non è stato possibile lavorare per aumentare il prodotto per l'estate disponibile dal Centro-Sud. Probabilmente metteremo nuove strategie in pista a partire da settembre, quando cominceremo a lavorare concretamente anche sul lungo raggio".

Intanto l'operazione che ha portato nella cassaforte di Uvet l'azienda creata da Mario Roci arriva ora alle battute finali. "Dal primo aprile - aggiunge Palumbo - ci sarà la conclusione formale dell'operazione e Settemari diventerà a tutti gli effetti il t.o. di Uvet".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook