Tour operator esteri:
parte la corsa
all’estate 2018

24/04/2017
08:03
 

La stagione calda 2017 deve ancora iniziare, ma c’è già chi pensa all’estate 2018. È il caso di Tui che, come riporta travelmole.com, ha già annunciato i piani per il 2018 per il mercato britannico. Costa Rica, Caraibi, Est Europa, Grecia, Spagna: i progetti del colosso dei viaggi riguardano tutte le zone più gettonate del turismo europeo.

Pubblicità

E questo, in altri termini, significa meno posti sul mercato per gli altri bacini. In una mappa turistica che, complici le tensioni politiche in alcune zone chiave, è sempre più ristretta, l’anticipo è ormai diventato un fattore chiave per riuscire ad aggiudicarsi i posti letto, soprattutto nelle aree del Mediterraneo che vanno per la maggiore.

Non solo destinazioni
Le previsioni di Tui per il prossimo anno riguardano non solo le destinazioni, ma anche le tipologie di prodotto (ad esempio, Thomson introdurrà per la prima volta i self-drive in Florida): un segno di come il player cerchi di anticipare le tendenze anche per quanto riguarda le modalità di viaggio e i target di riferimento.

Un ruolo fondamentale, ovviamente, lo giocano le abitudini di acquisto degli altri mercati (in questo caso, quello inglese, dal momento che i progetti annunciati riguardano l’attività sulla Gran Bretagna); i consumatori italiani, storicamente, si muovono più a ridosso della partenza. Ma questo, ovviamente, non cancella la questione centrale: la riduzione dei posti disponibili.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook