United cambia policy: 10mila dollari a passeggero in caso di overbooking

27/04/2017
10:20
Leggi anche: united airlines

Dopo lo scandalo che l’ha coinvolta all’inizio di aprile, con un passeggero trascinato a forza fuori dall’aereo per una questione di overbooking, United Airlines ha deciso di modificare la policy dei rimborsi in caso, appunto, di una vendita di biglietti superiore ai posti disponibili a bordo.

Pubblicità

La compagnia ha infatti annunciato che in caso di overbooking offrirà 10mila dollari, più di 9mila euro, ai viaggiatori che rinunceranno volontariamente al loro posto accettando di prendere un altro volo. United si allinea con al scelta di un altro vettore Usa, Delta Air Lines, che nei giorni scorsi aveva stabilità che il rimborso dovuto per una situazione di questo tipo sarebbe stato di 9.950 dollari.

Intanto, United è stata afflitta anche da un altro incidente: a bordo di uno dei suoi aerei è morto il coniglio gigante Simon, un esemplare da esposizione; il vettore è stato subito accusato sui social di cattiva custodia dell’animale.

Leggi anche: united airlines

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook