Né resort né hotel: la vacanza al mare 2017 è in agriturismo

15/06/2017
11:37
Leggi anche: agriturismo

Una crescita del 30% nella domanda per le strutture agrituristiche a pochi passi dalla spiaggia: è il trend del 2017 per le vacanze mare in Italia, per le quali, secondo Agriturismo.it, gli italiani stanno scegliendo sempre di più un alloggio che unisca il contatto con la natura al balneare.

Pubblicità

L’analisi ha preso in considerazione le strutture che distano al massimo 1,8 chilometri da una spiaggia, raggiungibile quindi in bicicletta o con una camminata di circa quindici minuti. La domanda arriva sempre più anche dagli stranieri: mediamente si rileva un +7% di richieste provenienti dall’estero. In particolare, confrontando il volume delle richieste con quello del 2016, si è registrato un +15,08% dagli Stati Uniti, seguiti dagli svizzeri (+8,11%) e dai tedeschi (+5,91%). Questi ultimi, in particolare, si stanno sempre più concentrando sulla Sardegna, dove la domanda di agriturismi da parte di chi arriva dalla Germania è cresciuta dell’11,08% nell’ultimo anno.

La prima regione per strutture agrituristiche vicine al mare è la Puglia, con il 18,2%, particolarmente concentrate nell’area di Lecce; a seguire la Liguria con il 16,3% e la Calabria, con l’11,5%.

“Quella degli agriturismi a un passo dal mare è una nicchia che, quest’estate, trarrà molto vantaggio dalla popolarità crescente di questo settore – spiega Veronica Mariani, fondatrice di Agriturismo.it –. I gestori stanno puntando a diversificare anche la clientela: se l’agriturismo è prettamente legato al concetto di vacanza in famiglia con bambini, in quelli che hanno la fortuna di affacciare sul mare si cerca di attirare anche un pubblico più giovane e sportivo. Abbiamo notato come, soprattutto in Sardegna, siano molti gli agriturismi che offrono corsi di surf e windsurf; nelle strutture toscane, invece, sono maggiormente diffuse le proposte di escursioni in barca per attività di diving e snorkeling”.

Leggi anche: agriturismo

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook