Alberto Brandi il fedelissimo delle agenzie di viaggi

di Sveva Faldella
16/06/2017
08:32
Leggi anche: #viploungettg

Giornalista sportivo, Alberto Brandi ha mosso i suoi primi passi negli anni Ottanta nelle radio e televisioni private della Lombardia occupandosi di calcio. Il grande salto arriva però nel 1992 quando diventa giornalista della redazione sportiva di Rti conducendo sia Studio Sport che Italia 1 Sport.

Pubblicità

Nel 1996 è stato il volto della trasmissione che lo rende noto al grande pubblico: Guida al Campionato, programma di Italia 1 che conduce per dieci stagioni sino al 2006, al fianco di Gene Gnocchi, Max Pisu e Maurizio Mosca.

Dalla stagione 2006 al 2012 è alla guida di Controcampo dove negli ultimi due anni viene affiancato da Giuseppe Cruciani e Diego Abatantuono, mentre nel 2014 diventa direttore di Premium Sport, la redazione sportiva di Mediaset Premium. Ma a TTG non parla di sport, ma di turismo.

Ripercorrendo tutti i viaggi che ha intrapreso, qual è stato quello più bello?
Non è una scelta né banale né scontata e dico il viaggio di nozze di 26 anni fa. Io e mia moglie siamo andati a Santo Domingo. Resta un'esperienza indimenticabile sia per la bellezza dei luoghi sia perché da quel momento è iniziato il capitolo più bello della mia vita.

E quello invece che non ha ancora fatto ma che le piacerebbe intraprendere?
Il mio sogno più grande resta quello di vedere l'Australia, mi affascina questo mondo così lontano e diverso dal nostro. Ma ho tre figli ancora piccoli e quindi mi toccherà aspettare ancora qualche anno prima di esaudire questo desiderio.

Quando deve partire cosa non può mai mancare nella sua valigia?
Sicuramente tantissimi abiti, quando sono fuori casa non voglio avere la preoccupazione di avere pochi ricambi.

Invece prima di chiudere la valigia, come procede con l'organizzazione del suo viaggio?
Mi affido sempre e solo alle agenzie di viaggi. Le mie sono sempre vacanze organizzate e viaggiando con la mia famiglia preferisco affidarmi a dei professionisti per non avere preoccupazioni. Siccome sono rare le occasioni di vacanza, soltanto così mi sento sicuro e posso finalmente staccare la spina per un po'.

Leggi anche: #viploungettg

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook