Italia ottimisti, gli under 35 sono i più propensi a partire

14/11/2017
16:27
Leggi anche: confturismo

‘Una notte da leoni’, ‘Mr Gatsby’, ‘Mangia, prega, ama’, ‘Sheldon’, ‘Sette anni in Tibet’, ‘Perpetua’ e ‘Scappo dalla città’. Portano i titoli di film e famose serie televisive i sette cluster di viaggiatori italiani individuati da Confturismo-Confcommercio nell’analisi mensile effettuata in collaborazione con l’Istituto Piepoli sull’indice di fiducia.

Pubblicità

I sette cluster
I primi hanno come fattori chiave di una vacanza la necessità di divertirsi e di fare amicizia, sono prevalentemente maschi e giovani sotto i 35 anni. Il loro indice di fiducia, che corrisponde alla propensione al viaggio, lo scorso mese ha raggiunto i 75 punti, il più alto tra tutte le categorie.

I viaggiatori raggruppati nel custger ‘Mr Gatsby’, invece, sono prevalentemente maschi e sopra i 55 anni; per loro la vacanza ideale è quella fatta di comodità, anche a un maggiore prezzo. Il loro indice di fiducia è di 64 punti.

Più alto, a quota 69, l’indice dei viaggiatori di ‘Mangia, prega, ama’, costituito prevalentemente da donne oltre i 55 anni; lo scopo principale della loro vacanza è visitare monumenti e musei, ma sono interessate anche alle tradizioni culinarie. Sempre a 69 anche l’indice di viaggiatori ‘Sheldon’, i perfezionisti del viaggio che organizzano tutto nei minimi dettagli; sono giovani e preferiscono prenotare sul posto.

L'indice più basso è del cluster 'Perpetua'
Hanno invece, più di 35 anni i turisti di ‘Sette anni in Tibet’, che non amano programmare la vacanza ma vogliono viverla giorno per giorno. Il loro indice di fiducia è abbastanza basso, a quota 55, anche se superiore a quello del cluster ‘Perpetua’, che scende a 44. Appartengono a questa categoria viaggiatori che selezionano bene le loro vacanze e le considerano un lusso, un bene secondario.

Opposto il pensiero degli appartenenti al cluster di ‘Scappo dalla città’, che invece considerano le vacanze una necessità per potersi ricaricare e fanno itinerari enogastronomici o all’insegna dello shopping, non rinunciando a prendersi cura di sè. Il loro indice di fiducia a ottobre è stato di 66 punti, superiore allamedia generale, che si attesta a 64.

Leggi anche: confturismo

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook