Operatori in trincea:  
‘Investiamo sul prodotto’

di Isabella Cattoni
19/11/2020
08:35
Leggi anche: tour operator

Sembrerebbe un argomento molto difficile da affrontare, specie in questa fase in cui l’Italia è stretta fra divieti e zone che possono cambiare colore da un momento all’altro. Eppure, per molti tour operator di casa nostra è arrivato il momento di tornare a parlare di lavoro e di porre le basi per la stagione estiva 2021. O meglio, garantiscono i manager, non si è mai smesso di lavorare ma ora i tempi sono maturi per investire.
Perché, come sottolineato dal presidente di Th Resorts, Graziano Debellini, “La crescita è inevitabile se si vuole sopravvivere ed è quindi necessario acquisire nuovo prodotto, nuove strutture ovviamente con il sostegno del mondo finanziario”. Dal canto suo, Th Resorts sta guardando all’estate e ha in serbo diverse novità di prodotto: “La stagione estiva 2021 potrebbe rappresentare un punto di svolta, ma nulla sarà più  come prima e andranno rivisti i rapporti tra proprietari e gestori immobiliari perché i valori sono cambiati”.

Pubblicità

Ancora Mare Italia
Il mare Italia è la meta principe di Ota Viaggi, che ha dato vita a un ciclo di presentazioni proprio per fare focus sulle diverse destinazioni estive: “È un momento durissimo per tutti – fa sapere il direttore commerciale Massimo Diana – ma è necessario investire per portare a compimento l’acquisizione di allotment in vuoto/pieno che ci consentirà di lavorare bene la prossima estate”. Quando si spera potrebbe arrivare il tanto atteso ‘effetto rimbalzo’ sulle prenotazioni.
Vacanze di prossimità e mete a portata di viaggio in auto quindi, anche se Eyal Amzallag, managing director South Europe, Middle East & emerging markets di Club Med, sostiene che il trend che va concretizzandosi durante i Blue Days vede oltre alle richieste per Cefalù anche grande interesse per la nuova apertura di un resort della Exclusive Collection a Seychelles, sull’isola privata di Sainte Anne. Che va ad aggiungersi all’inaugurazione di La Rosière sulle Alpi francesi e alla ristrutturazione del resort di Pralagelato- Sestriere.

Acquisizioni in programma
Investimenti e Italia in primo piano: anche i progetti di Veratour viaggiano in questa direzione e il direttore generale Stefano Pompili conferma l’apertura di nuovi VeraClub in Sicilia, Sardegna, Puglia e Calabria, che porteranno il numero dei resort italiani da sei a dieci.
Tanto Mare Italia anche per Fruit Viaggi, che ha concentrato su questo segmento gli investimenti per il 2021. “Abbiamo dato seguito a grosse operazioni di acquisizione concentrando, per il momento, la nostra attenzione sul prodotto Mare Italia – conferma l’amministratore unico Cesare Landi -. Dopo la presentazione dei 5  Fruit Village novità per il 2021, la fase di acquisizione non è terminata, anzi! Siamo prossimi alla chiusura di altri accordi e presto presenteremo nuovo prodotto a marchio Fruit Village”.
Nuovo prodotto a scaffale anche dal gruppo Settemari, che, come ricorda il sales manager Martino Dotti,  annuncia quattro nuovi resort-club in Italia in gestione diretta Uvet Hotel Company e uno in Senegal, raggiunto dalla compagnia aerea del Gruppo.

Leggi anche: tour operator

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook