Il turismo mortificato e arrabbiato

09/12/2020
10:28
 

Offesi, mortificati e arrabbiati. I vari dirigenti delle associazioni di categoria sembrano ormai sfiniti. Bastano infatti le tre parole di prima per riassumere lo stato d’animo dell’intero settore.

Pubblicità

Dalle varie note emesse ieri pare chiaro che dal Ministero fosse trapelato poco o niente, altrimenti una reazione di questo tipo sarebbe arrivata ben prima. La bozza del Recovery Plan che è già circolata ovunque non lascia spazi di ottimismo al comparto turistico.

Da ore stiamo assistendo a una fila continua di dichiarazioni "offese e mortificate". Quest’ultima ci pare la parola più appropriata, perché dal ministro Dario Franceschini tutti si attendevano qualcosa di più. “L’unica cosa che condividiamo del documento esaminato in Consiglio dei Ministri è la parola bozza”, ha detto ieri Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi. Che per spiegare meglio ha aggiunto: “Il comparto viene definito strategico e poi scopriamo che vi sarà una dotazione, esigua, di 3,1 miliardi di euro per cultura e turismo”.

Sembra, inoltre, che una buona fetta della dotazione potrebbe andare a sostenere il settore cultura. Niente di nuovo. Più mortificati che offesi.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook