Veratour guarda avanti:
“Tempo di sinergie”

di Silvana Piana
09/06/2022
08:48
 

“Dopo due anni molto difficili questo è come un anno di partenza, e noi vogliamo ripartire dalla Sardegna, che ci ha dato sempre grandi risultati”. Daniele Pompili, general manager divisione villaggi Veratour, sceglie un messaggio semplice per sottolineare che è di nuovo tempo di lavorare con profitto e per fare strategie insieme. Il palco è quello della convention Verastore al Veraclub Cala Ginepro Resort & Spa di Orosei, che, insieme all’Amasea di San Teodoro, porta a 7 le strutture sarde dell’operatore, per un’offerta totale di 850 camere.

Pubblicità

Il 2022 si preannuncia di una certa sostanza sul piano delle novità, in linea con la filosofia di una costante attenzione ai cambiamenti della domanda del mercato e ai target, e non soltanto per un mero aumento dell’offerta. Innovazione e restyling interessano, oltre alla Sardegna, Capo Verde, con il 5 stelle all inclusive Veraclub Oasis Salinas Sea, la Grecia, con il Veraclub Cretan Village, le Maldive, con il Veraclub Gangehi Island Resort & Spa, e Sharm el Sheikh, con il Veraresort Cleopatra. Ed è proprio l’Egitto a riservare un’autentica sorpresa: “A dicembre - annuncia Pompili - riprenderemo le crociere sul Nilo, con una formula che includerà un pernottamento a Marsa Alam, quindi crociera sino ad Aswan e, al ritorno, soggiorno mare a Marsa. Siamo alla ricerca della motonave giusta, adatta ai nostri standard”.

Focus sugli agenti
Una convention dedicata esclusivamente agli agenti di viaggi Verastore, ai quali Massimo Broccoli, direttore commerciale Veratour, regala una generosa manciata di notizie, non prima di aver ricordato come il trend attuale “sia alquanto incoraggiante, con le agenzie che hanno di nuovo clientela”. Le stime indicano numeri ormai dimenticati, lontani nel tempo: le percentuali di recupero fatturato sui volumi 2019 sarebbero del 60 per cento nel 2022, pari a 141 milioni di euro, dell’80 per cento nel 2023, con 190 milioni, e del 95 per cento circa nel 2024, per fatturato che potrebbe aggirarsi sui 225-250 milioni di euro. Obiettivi raggiungibili soltanto con sacrifici e buone pratiche, prime tra tutte la prenotazione anticipata, a cui “occorre tornare al più presto”, sollecita il direttore commerciale, spiegando che la nuova campagna di comunicazione Veratour valorizzerà questo tema con un effetto impattante, “per cercare di vendere meglio in futuro, visto che nelle ultime stagioni non è stato possibile per tanti motivi contingenti”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook