La parola al mercato

29/05/2015
11:58
I tour operator incrementano gli incentivi dedicati all'advance booking per riuscire a sconfiggere definitivamente il last minute in agenzia
Leggi anche: villaggi

Mediterraneo, incentivazioni dell’advance booking, ricerca della flessibilità. Sembrano essere queste le parole chiave dell’estate 2015 per quanto riguarda il prodotto villaggi vacanze, con i t.o. che si preparano a giocare una partita dal risultato ancora tutto da scrivere. I segnali di ripresa del mercato ci sono e le prime indicazioni in arrivo sul fronte delle prenotazioni forniscono un primo incoraggiamento.  

Analizzando la programmazione degli operatori, il Mediterraneo rimane anche quest’anno il prodotto di punta destinato a fare la differenza. Per tutti al momento c’è l’incognita della Tunisia dopo i fatti del museo del Bardo e si attende di capire quale sarà l’orientamento del pubblico dei viaggiatori nei confronti del Mar Rosso. Due mete fondamentali sulle quali i player di casa nostra non intendono mollare la presa, anche se la macchina degli investimenti si è orientata maggiormente verso l’altra sponda del Mare Nostrum: Grecia, Spagna e Italia sono infatti le tre destinazioni che vedono il maggiore impegno da parte degli operatori, anche in termini di new entry in programmazione.
Tra le novità che emergono, alcuni tentativi di uscire dal vincolo dell’offerta 7-14 giorni per i pacchetti, cercando di andare incontro a una domanda inevitabilmente cambiata. Prove di flessibilità, con voli infrasettimanali o vendita dei soli servizi a terra, per tastare il terreno ed eventualmente rilanciare dal prossimo anno. Flessibilità che coinvolge anche il prodotto, con un maggiore orientamento nei confronti del tailor made per cercare di portare in casa nuovi target di clientela.

Infine il capitolo delle politiche commerciali: qui emerge con assoluta chiarezza il lavoro svolto nei mesi scorsi per mettere in campo una macchina solida capace di scardinare l’orientamento nei confronti del last minute da parte della clientela italiana. Forte spinta sull’advance booking, quindi, a colpi di incentivi di sostanza sul fronte del pricing, con rimborsi promessi in caso di prezzi più bassi sotto data, e un deciso allentamento dei vincoli legati all’annullamento delle prenotazioni. Senza dimenticare i classici rivolti alle famiglie con bambini, alle coppie in viaggio di nozze e ai trasporti per raggiungere la destinazione. Ora la parola passa al mercato.

Leggi anche: villaggi

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook