Mediterraneo per Settemari

03/05/2016
15:07
Villaggi in Grecia e Spagna fra le new entry
Leggi anche: Settemari

Tre nuovi Club nel Mediterraneo e il debutto, lo scorso inverno, in Messico: Settemari rafforza la programmazione villaggista e prosegue lungo una strategia di diversificazione che strizza l'occhio al lungo raggio.

Il t.o., che da poco ha lasciato la gestione dello storico Floriana Lagoon a Marsa Alam, si presenta alle porte della stagione estiva con una programmazione “che include due Club in ogni isola greca, tutti in esclusiva per il mercato italiano”, spiega il direttore commerciale, Guido Ostana.

Le new entry riguardano Kos e Creta, in Grecia, e Fuerteventura alle Canarie, “dove stiamo registrando numeri importanti: ormai le adv hanno capito il percorso di cambiamento e ci stanno seguendo, non siamo più identificati solo con Marsa Alam”. Il Messico ha contribuito a dare una forte spinta alle vendite che, nonostante il calo dell'Egitto, sono compensate su altri fronti “tanto che ad oggi siamo in pari come fatturato: un risultato che ci rende molto soddisfatti”.

Il Viva Azteca, sulla Riviera Maya, sarà operativo anche in estate e potrebbe essere solo il primo passo di Settemari verso un ampliamento della propria presenza in area caraibica: “L'appetito vien mangiando e il menù è buono – conferma il manager -: vedremo se ci saranno nuove opportunità da cogliere al volo”. Il 2017 dell'operatore sarà sempre più focalizzato sul prodotto di punta, i Club: “I clienti ci chiedono un prodotto italianizzato, in grado di offrire numerosi servizi a partire dai Pirati dei Settemari per i bambini”.

Leggi anche: Settemari

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook