Trenitalia, il domani si gioca sul servizio

24/02/2020
15:52
Nel 2020 più fermate per le Frecce e attenzione all'estero
 

Trenitalia inaugura il 2020 sulla scia degli importanti investimenti annunciati dall’a.d. di Ferrovie dello Stato, Gianfranco Battisti, alla fine dell’anno scorso. Fra le grandi sfide per il 2020, una delle principali sarà quella sull'estero. "A metà anno entriamo come competitor sull'alta velocità Milano-Parigi. Ma siamo già in Gran Bretagna, Grecia e ci prepariamo per la Spagna".

Migliora il comfort
L’estero non sarà l’unico scenario sul quale si concentreranno gli sforzi del vettore. Importanti migliorie riguardano infatti anche i servizi in Italia. Ormai il 70% dei Frecciarossa 1000 ha il nuovo wi-fi. Arriva l'area ‘Silenzio’ anche in Standard, in alcune classi si potrà prenotare il pasto e farselo portare al posto e verrà  sperimentato l'entertainment tramite i visori di realtà virtuale. Arrivano poi i primi esempi di macchinette snack su regionali e Intercity. E sempre per i regionali, arriva la possibilità di pagare il biglietto contactless, con Bancomat o carta di credito da passare sui validatori.

I collegamenti
Potenziata anche la frequenza dei collegamenti. Sul fronte dell’orario invernale, in vigore  162 fermate in più delle Frecce nelle zone metropolitane diverse dalle classiche stazioni centrali. Inoltre, inaugurati i rientri in tarda sera. Venerdì, sabato e domenica, un Frecciarossa parte da Torino verso Milano, e viceversa, alle 23 con arrivo intorno a mezzanotte. Mentre mercoledì e giovedì, da Milano si può tornare alle 22.40 verso Bologna. E sul fronte intermodale, arrivano corse dallo scalo di Fiumicino verso Venezia, Milano e Torino, via Bologna e Firenze, ma anche verso Pisa, Genova e La Spezia, più alcune Frecce da Torino e Roma verso l’aeroporto di Trieste.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook