Si riprende con l'effetto 'bolla'

24/05/2021
17:35
Gli operatori tornano a sperare in una stagione che potrebbe allungarsi sull'autunno
Leggi anche: villaggi

Malgrado la situazione di incertezza qualche raggio di luce, finalmente, comincia a filtrare. E gli operatori sono pronti a cogliere i primi segnali di una ripartenza che, se si è fatta attendere troppo a lungo, potrebbe però presentare interessanti code di stagione anche in settembre - ottobre. Dato che si somma alla tendenza generale a un aumento del valore medio pratica a vantaggio di soluzioni più confortevoli.

“La situazione sanitaria in Italia e le parallele forti limitazioni agli spostamenti hanno di fatto allungato di molto la normale curva di prenotazione - commenta il direttore commerciale di Veratour, Massimo Broccoli -. Per un operatore come Veratour è anomalo assistere a questa curva di prenotazione ma nonostante ciò, se consideriamo le prenotazioni effettuate alla data odierna rispetto alla stessa data dello scorso anno, possiamo ritenerci soddisfatti. Stiamo infatti registrando una crescita sulle vendite individuali di circa il 100 per cento, pur dovendo sottolineare che stiamo parametrando dati su anni assolutamente anomali”.

Cresce il valore pratica
La richiesta “è concentrata sui momenti di alta stagione e, quindi, prevalentemente nel periodo da metà giugno a metà settembre. Le buone notizie riguardano la quota media pratica, che si mantiene a livelli molto soddisfacenti, e la domanda che sta progressivamente crescendo sul periodo di settembre e che ci fa sperare in un prolungamento della stagione estiva”.

Per Veratour l’estate non sarà solo in Italia: “La domanda è inevitabilmente concentrata sulla Penisola, dove offriamo dieci strutture. Ma per rispondere alle sollecitazioni di adv e clienti abbiamo anche appena istituito una  nuova procedura che permetterà ai nostri clienti alloggiati nei Veraclub in Spagna e in Grecia di potere effettuare il tampone antigenico direttamente in villaggio prima di rientrare in Italia”.

Un’altra estate italiana anche per I Grandi Viaggi, malgrado l’amministratore delegato, Corinne Clementi, sottolinei l’importanza di ripartire anche sul long haul. “I nostri clienti chiedono tanto Oceano Indiano, area sulla quale siamo specialisti, ma anche Emirati o Stati Uniti. Siamo già in ritardo rispetto ai nostri competitor, in un settore che lavora sempre in forte anticipo. Occorre un intervento per ripartire anche sul lungo raggio, segmento determinante per il lavoro di t.o. e agenzie”. In questo quadro Clementi valuta positivamente la proroga di validità dei voucher, “che fino ad ora non hanno di fatto potuto essere riscattati da chi sceglie mete al di fuori dell’Italia”.

Intanto Igv ha programmato la riapertura di tutte le strutture a cominciare dal 12 giugno. “Una scelta coraggiosa, anche perché l’inizio di stagione sarà sicuramente in salita per l’assenza dei gruppi e degli stranieri. Confido tuttavia in uno snellimento delle regole strada facendo, che porti a un allungamento della stagione e a un incremento delle prenotazioni”.  
Tanti nodi ancora al pettine, ma dati in miglioramento anche per il Gruppo Nicolaus. “Le richieste di informazioni si concentrano per ora sul Mare Italia, senza una preferenza specifica - conferma il direttore prodotto & operations Gaetano Stea -. Tante domande sulla Toscana, ma aumentano progressivamente anche quelle sulla Puglia. Un po’ più indietro ad oggi, anche per il tema del trasporto, la Sardegna e la Sicilia. Confidiamo anche nella Calabria, dove abbiamo prodotto sia Valtur che Nicolaus Club. Storicamente la Calabria parte un po’ in ritardo e ha una stagione più corta, ma tenteremo di estenderla soprattutto verso la fine di settembre, considerando che ormai giugno, in tutte le destinazioni, sarà davvero difficile in termini di occupazioni e quindi di fatturato”. Stea attende anche il ritorno del medio e lungo raggio. “Il medio raggio sarà il primo a ritornare, probabilmente dal mese di luglio con l’entrata in vigore del Digital Pass. Sicuramente si comincerà con Grecia e Spagna. Ma attendiamo anche la riapertura di destinazioni come Djerba, Bodrum e il Mar Rosso”.

Preventivi in aumento
In casa Settemari torna il sereno. Il sales manager Martino Dotti segnala infatti un “aumento dei preventivi. Riteniamo che una buona parte di questi possa convertirsi in prenotazioni. Per quanto riguarda le destinazioni, la parte preponderante si è concentrata sul Mare Italia e sui Club in gestione diretta Uhc, anche se continuano le richieste per le mete europee mediterranee e per l’Egitto. Immaginavamo che dopo l’esperimento riuscito della vacanza Covid tested con tampone incluso di Fuerteventura si potesse ripetere l’esperimento sul Mar Rosso, dove peraltro abbiamo ricevuto ampie rassicurazioni circa la percentuale altissima di vaccinati tra i lavoratori del turismo locali. Con rammarico registriamo una mancata apertura da parte del Governo circa questa linea. Grecia e Spagna stanno dando segnali di risveglio, ancora assente il lungo raggio”.

Incremento del valore medio pratica e segnali incoraggianti anche sulla coda d’estate per Futura Vacanze, come sottolineato dal direttore commerciale trade Belinda Coccia: “Le richieste sono in aumento e cresce il valore medio pratica. Abbiamo l’opportunità di sfruttare l'effetto bolla che si viene a creare in villaggio per garantire vacanze sicure e soprattutto più libere e serene”.

Sul fronte della politica commerciale, il direttore generale di Fruit Viaggi, Cristian Gabriele, sottolinea l’importanza di procedere con formule flessibili: “Giorno dopo giorno si torna a riprendere quota.  Registriamo una crescita costante nell’attenzione alle nostre proposte. Abbiamo rivisto l’offerta, rimodulando il pricing per un periodo di tempo definito e il mercato ha apprezzato molto questa campagna. Siamo infatti riusciti, grazie a prezzi più accattivanti, ad accompagnare la crescita della domanda”.

Tempo di ripartire anche per Ota Viaggi, che ha recentemente annunciato il primo ‘educ-work’ della stagione 2021 che si terrà in Puglia, riconfermando l’attenzione al canale agenziale in vista della ripartenza.
Isabella Cattoni

Leggi anche: villaggi

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook