Un percorso a ostacoli

di Aurora Azzolini
03/11/2011
09:51
 

Un prodotto da vetrina che attira clienti in agenzia. Ma anche un'offerta che, per i dettaglianti, è decisamente poco appetibile. "Certo, il prodotto va - ammette Elisabetta Torri, titolare di Last Minute Tour Milano Abruzzi a Milano - ma i margini sono ridicoli. Un trasferimento bus verso Bolzano o Bressanone, per un tour in giornata, praticamente lo vendo senza guadagno. Ma fa traffico in agenzia e spero che serva". Le fa eco Marcella Aluigi, titolare di Marchionni Viaggi a Pesaro: "Probabilmente organizzare un gruppo produce margini - dice - ma vendere qualche posto su un viaggio già preorganizzato non serve a molto".

I prezzi, infatti, sono livellati verso il basso: "Si va dai 30-35 euro per i viaggi di un giorno ai 230 per i due giorni" spiega Torri di Last Minute Tour Milano Abruzzi. E malgrado questo, ci sono alcune resistenze: "Noi, ad esempio, abbiamo poche famiglie sui nostri tour mercatini - ammette Eliana Pasini, addetta vendite di Capricci Viaggi a Verona - perché in questo caso i bambini pagano la quota intera, e sicuramente frena nell'acquisto".

In sostanza, spesso il gioco non vale la candela. "Abbiamo provato a proporli, ma non funzionano - dice Davide Sclaverano, titolare di Giulio Cesare Viaggi a Torino -. Ci vuole una sorta di specializzazione: i gruppi di questo tipo vanno seguiti tutto l'anno, facendo la gita di un giorno il cliente non si affeziona. Bisognerebbe curarli con continuità e non è la nostra politica".

C?è anche chi, però, ha trovato una soluzione alternativa, che si pone a metà fra la specializzazione sul segmento, e quindi l?organizzazione in proprio dei viaggi verso le mete natalizie e l'utilizzo di pacchetti messi sul mercato da tour operator. "Noi organizziamo in proprio solo se abbiamo una richiesta da parte di un gruppo precostituito - dice Aluigi di Marchionni Viaggi - altrimenti, per le richieste spot siamo in collegamento con alcuni nostri colleghi dei dintorni e vendiamo posti sui loro tour". Un infrabusiness fra le agenzie che prefigura nuove strade per il futuro.

Artigiani in mostra

Una scelta differente è quella di Rango, in Trentino, dove non si allestiscono bancarelle o stand, ma artisti e artigiani si mettono al lavoro per i turisti nelle corti, sotto i portici, nelle stalle e nelle legnaie.

 

Pubblicato il 03/11/2011


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook