Whatsup

Roberto Gentile, editore, blogger, consulente, head-hunter

I piccoli tour operator charteristi? Vanno salvati dall’estinzione (come i panda)

17/09/2018
11:26
 

Ho già scritto e ripetuto che il destino dei network indipendenti è segnato. Non mi piace il ruolo di menagramo, ma temo accadrà lo stesso coi piccoli t.o. charteristi.

Che il charter sia in crisi lo diciamo da anni, e i motivi sono sempre quelli: l’avvento delle low-cost (perché rischiare su Creta o Minorca quando ci vanno già Ryanair o easyJet?!); la convenienza delle compagnie legacy su alcune destinazioni lungo raggio (alle Maldive ci va pure Alitalia, adesso, dopo le compagnie del Golfo); la riduzione delle compagnie aeree che propongono voli a domanda (Meridiana non c’è più ed AirItaly fa tutt’altro).

Lato tour operating, questo giornale titola “Se il vettore diventa t.o.”, quindi non solo le compagnie decidono come e dove volare,  ma anche come e a chi vendere i propri seggiolini.

Ma c’è un elemento che fa capire quanto il mercato sia cambiato, rispetto a pochi anni fa: quali tour operator italiani s’impegnano in catene charter? Ovviamente Alpitour ed Eden (che spingono Neos), ovviamente Settemari e Condor (che spingono Blue Panorama),  ovviamente Veratour e Nicolaus (che vanno di fiore in fiore). I grandi croceristi, ma quelli fanno storia a sé. Tra i t.o. medi, Going, Viaggi di Atlantide, TUI, ma si tratta spesso di split charter, perché i numeri per un vuoto/pieno non ce li hanno.  “Il consorzio Pantelleria, i t.o. che fanno Lampedusa, qualcosa di Kenobi in Sicilia e i piccoli t.o. napoletani e baresi che fanno charter di picco su Grecia, Malta e Croazia” mi dice un collega molto esperto sul tema. Tutto qui.

Ricordo ancora le paginate che il TTG - rigorosamente cartaceo - dedicava una quindicina di anni fa alla programmazione charter invernale (invernale, non estiva, sottolineo). I piccoli tour operator charteristi? Vanno salvati dall’estinzione (come i panda).


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori